Sport

Morrone di forza sul Sambiase: mister Stranges fa la conta degli infortunati

on

La Morrone ha iniziato il 2020 nel migliore dei modi, ma non ha tempo

per specchiarsi. Mercoledì a Trebisacce sarà chiamata ad un’altra

durissima prova. Ecco perché Novello e compagni hanno ripreso subito ad

allenarsi. Stranges, del resto, ha già spostato l’attenzione sull’imminente

match in riva allo Ionio. «Verissimo, ci siamo allenati già oggi e siamo
completamente presi dal prossimo impegno. Un impegno difficilissimo

che testerà il nostro valore e le nostre ambizioni. I nostri prossimi

avversari si sono mossi molto sul mercato ed hanno assoluto bisogno di

punti-salvezza. Conosco il loro mister e so già che caricherà al massimo i

ragazzi. Ci attende una bella battaglia sportiva».
Sabato pomeriggio una rete di Trombino, bello il suo colpo di tacco, ha

steso il Sambiase. «Siamo riusciti a compiere una bella impresa – aggiunge

– Tale, infatti, considero il successo sul Sambiase, secondo il sottoscritto

una delle compagini più forti del campionato. Conquistare tre punti contro

chi annovera Bernardi, Diop, Umbaca, Mascaro, De Martino, due temibili

argentini e under che giocano già da diversi anni è una grande cosa. Il

Sambiase per talento, forza ed età dei calciatori è un collettivo costruito
benissimo».

Lorenzo Stranges tiene poi a puntualizzare alcune cose in merito alle

dichiarazioni post-partita del tecnico del Sambiase. «A differenza del mio

amico Fanello – risponde il trainer cosentino – non è mio costume proporre

disamine sugli avversari a margine del 90’. Io ho riconosciuto il merito dei

giallorossi e fatto loro i complimenti, ma voglio ricordare che a

disposizione di tutti ci sono le immagini televisive. Nel loro momento

migliore, cioè nel primo tempo, la Morrone non è stata per niente a

guardare andando anche a rete. Non si capisce perché il gol di Ferraro sia

stato annullato, ma a prescindere da ciò lo stesso Ferraro ha avuto un’altra

occasione clamorosa e a Nicoletti manca un rigore. Nel secondo tempo in

campo c’è stata una sola squadra che è andata a segno ed ha tentato

ripetutamente la conclusione senza subire nulla. Riguardo ai cambi

effettuati, evidenzio solo un dato: Perri ha realizzato più centri dei due

nostri attaccanti subentrati messi insieme e Alfano è un 2001 di valore

assoluto. Ciò che Fanello ha omesso di dire è che noi abbiamo iniziato e

finito con quattro fuori quota in campo e che Bance, Bruno, Bacilieri,

Granata e Nagore non erano disponibili. Altra cosa non evidenziata è l’età

media negli undici in distinta: Morrone 22 anni, Sambiase poco sopra i
26».
L’aspetto sportivo è però predominante. Ai granata importava voltare

subito pagina dopo i rigori che hanno sancito la sconfitta nella finale di

Coppa Italia. Lo spogliatoio, a riguardo, ha fornito risposte importanti.

«Abbiamo reagito bene, ma quel ko non lo dimenticheremo facilmente –

chiude Stranges mentre torna a parlare di Trebisacce – Purtroppo mercoledì

dovrò fare ancora di necessità virtù: l’infermeria è piena. Mi conforta che

chi sta giocando non sta facendo minimamente rimpiangere gli assenti.

Non cerco alibi, è solo la fotografia della realtà».

Ufficio Stampa Morrone

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com