Calcio

Coppa Italia: Feraro decide il match tra Morrone e Rossanese

on

E’ Luca Ferraro il match-winner della semifinale di andata di Coppa Italia tra Morrone e Rossanese. I granata si sono imposti con il minimo scarto e servirà pertanto la gara di ritorno per stabilire chi affronterà la vincente di Locri-San Luca, con i giallorossi avanti di tre reti. A recriminare

maggiormente dopo il 90’, però, sono i padroni di casa che hanno dilapidato almeno cinque nitide palle gol. Gli ospiti ringraziano e aspettano di giocarsi il tutto per tutto tra due settimane.

MORRONE IN EMERGENZA.

Stranges, come spesso è avvenuto di recente, deve far fronte alle numerose assenze. Bacilieri e Leta sono ko, mentre Bruno e Azzinnaro risultano squalificati. Il tecnico sceglie il 4-3-3 sistemando Nicoletti e Gueye ai lati di Ferraro e affidando i compiti da terzino a Mazzei e Novello. I rossoblù rispondono con un modulo speculare dove Sifonetti parte inizialmente dalla panchina.

FERRARO IN DIAGONALE.

La differenza di categoria si nota nel fraseggio. Il team cosentino ha una manovra più fluida e si rende subito pericoloso. Ferraro si fa respingere da Marino un colpo di testa (8’), Nagore invece fallisce un’occasione molto ghiotta da buona posizione (15’). A creare i presupposti per la conclusione era stato Mazzei. Sono le prove generali del vantaggio, che arriva puntuale al 25’ grazie al bomber granata, bravo stavolta ad indovinare di destro il diagonale giusto. La Morrone, non paga, continua a stazionare nei pressi dell’area avversaria e Gueye centra la traversa alla mezzora.

I GRANATA NON SFONDANO.

L’andazzo della partita non cambia dopo il break. Gueye ha sul piede il pallone del 2-0, ma il suo tiro a giro viene ribattuto nei pressi della linea di porta da un difensore. La pressione è costante, ma i varchi restano chiusi e il punteggio non lievita nelle sue dimensioni. La Rossanese, quando prova ad imbastire una ripartenza, viene stoppata sul nascere. Poco prima del fischio finale Cissè, entrato al posto di Ferraro, trova spazio sulla sinistra e crossa. Nicoletti incorna bene,
ma non inquadra lo specchio. In riva allo Ionio il 4 dicembre bisognerà stringere i denti e serrare le fila.

IL TABELLINO:

MORRONE (4-3-3): Risoli; Mazzei, De Luca, Pansera, Novello; Casella (33’ st De Marco), Misuri, Nagore; Nicoletti, Ferraro (33’ st Cissè), Gueye. A disp.: Bance, Stamati, Barbieri, D’Acri, Aiello, Colosimo. All.: Stranges
ROSSANESE (4-3-3): Marino (1’ st Vulcano); Rizzo Da., Romio (1’ st Carrozza), Granata, Villella; Coppola, Catalano, Scalise (25’ st Sifonetti); Casacchia, Bongiorno, Abenante (16’ st Morfò). A disp.: Ruffo, Renzo, Lombisni, Zangaro, Diaco. All.: Aloisi
ARBITRO: Gatto di Lamezia Terme
MARCATORI: 25’ pt Ferraro
NOTE: Spettatori circa 150 con buona rappresentanza ospite. Ammoniti: Risoli (M), Villella (R), Carrozza (R). Angoli: 10-3 per la Morrone. Recupero: 1’ pt – 3’ st

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com