Connect with us

Calcio

Fc Lamezia Terme da brividi, Battuto il Messina 2-1

Published

on

Il Lamezia Terme sugella una splendida giornata di sport con una brillante affermazione, risolvendo la pratica casalinga contro l’FC Messina, con un emozionante 2-1.

Una stupenda festa dello sport al Guido D’Ippolito di Lamezia Terme, dove oltre 2000 cuori gialloblu hanno spinto i propri beniamini del Lamezia Terme verso la vittoria.

Un esaltante clima di festa amplificato dalla grandissima esibizione del celebre rapper Luchè, che la società gialloblu ha voluto regalare ai propri tifosi.

L’esibizione del rapper ha mandato in visibilio gli spettatori più giovani presenti allo stadio lametino.

Per completare la “giornata da brividi” che il Lamezia Terme ha organizzato ai propri sostenitori sono stati anche distribuiti dei gadget a tema Halloween ai più piccini.

Anche la vittoria della squadra in campo è stata da brividi, risolta negli ultimi minuti di gioco, dopo che i vari tentativi prodotti dagli atleti gialloblu non hanno goduto della necessaria fortuna.

Festival delle prime volte: prima volta in casa sulla panchina del Lamezia per mister Lio;

primo gol di Aldo Bezzon e primo gol anche per Piergiuseppe Maritato ma seconda vittoria consecutiva per un Lamezia Terme che adesso fa davvero paura:

la formazione gialloblu in virtù della vittoria odierna si avvicina alla vetta della classifica, portandosi a -1 dalla capolista Cavese.

Nel primo tempo il Lamezia Terme affronta con il piglio giusto la partita: giropalla veloce, pressing e velocità.

L’aggressività lametina porta i gialloblu ad andare tante volte vicino al gol:

all’8’ ci prova senza fortuna Maimone di testa; mentre al 10′ Haberkon si vede annullare un gol su cross di Tipaldi.

Le ali Gialloblu danno prova di tutte le loro abilità:

Umbaca, in versione assist-man, per Bezzon che manda alto, Bollino ci prova con il sinistro a giro ma la palla sorvola di poco la traversa.

Tanto lavoro sporco, invece per Valentin Haberkon:

il pressing insistito del 9 gialloblu induce il portiere messinese a perdere il controllo della sfera, sulla palla vagante si avventa Bezzon che dal limite dell’area segna il gol dell’1-0 per il Lamezia Terme.

Sullo scadere della prima frazione di gioco il Messina però trova il pareggio: al 47’ punizione calciata da Bramati sul secondo palo dove Rosa Gastaldo insacca il pareggio.

Secondo tempo nel quale le occasioni migliori capitano sui piedi di Bollino, il quale non ha però il cinismo necessario per portare il Lamezia al raddoppio.

Partita più equilibrata, col Messina che tenta di far male in ripartenza, proprio su una di queste deve spendere il secondo fallo da cartellino giallo il capitano Vincenzo Camilleri il quale, dunque, finisce anzitempo la propria partita.

Lamezia Terme che anche in inferiorità numerica non subisce le sortite offensive dell’avversario, ma regge l’urto controllando il match e rischiando solo in una occasione con Sow che spara a lato.

Al 85’ viene ristabilita la parità numerica, infatti per somma di ammonizioni è espulso anche un giocatore nelle fila del Messina, ovvero Samb.

Mentre la partita sembra essere destinata sui binari del 1 a 1, il Lamezia Terme dà prova di avere un grandissimo cuore e di crederci fino alla fine.

L’azione del 2 a 1 Lametino si sviluppa sulla fascia destra con Provazza che all’89’, ben servito da Miliziano, si invola fino al fondo crossando al centro dell’area, dove Maritato da distanza ravvicinata non sbaglia e realizza il suo primo gol in gialloblu!

Al 95’ termina, dunque, l’incontro: Lamezia Terme – Messina 2-1! Una bellissima vittoria che colora di gialloblu la città di Lamezia Terme.

Lamezia Terme – FC Messina 2-1

LAMEZIA TERME (4-3-3): Gentile; Miliziano, Sirignano, Camilleri, Tipaldi; Salandria, Bezzon (32’st Bernardi), Maimone; Bollino (14’st Provazza), Haberkon (21’st Maritato), Umbaca (31’st Sandomenico 40’st Miceli).
A disp: Guerra, Tringali, Amendola, Da Dalt.
All. Tony Lio.

MESSINA (4-3-1-2): Giannini; Mbgue, Tosolini, Carrozzino (14’st Santapaola), Perez (46’st Valente); Samb, Bramati, Rosa Gastaldo (27’st Castiglia); Gabionetta; Licciardello (14’st Aliaga), Orlando (34’st Sow).
A disp: Cuomo, Iurato, Gioia, Piccione.
All. Emanuele Ferraro.

ARBITRO: Marra di Mantova
Assistenti: Alessandrino e Grimaldi di Bari.

RETI: 33’pt Bezzon, 47’pt Rosa Gastaldo, 44’st Maritato.

Spettatori: 2.000 circa.

Espulso al 36’st Camilleri per somma di ammonizioni, al 39’st Samb per somma di ammonizioni.
Ammoniti: Carrozzino, Umbaca, Tosolini, Rosa Gastaldo, Gabbionetta.
Angoli: 3-3.
REC: 2’pt, 5’st.

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com