Volley

Yamamay Lamezia inarrestabile, battuta anche Gioiosa

on

Anche la terza giornata del campionato di serie C regala alla Yamamay Lamezia un successo importante, con le lametine che passano sul campo della Paper Moon Marina di Gioiosa e salgono a quota 9 in classifica. Successo che mantiene la squadra biancorossa in testa alla classifica appaiata alla Ekuba Palmi che però viene scavalcata nel quoziente punti. Le lametine passano da 1,41 a 1,55 scavalcando la squadra della Yasakova che da 1,43 scende a 1,41. Testa della classifica che già dalle prime giornate si compila con i quozienti punti a conferma delle previsioni della vigilia che volevano queste due squadre giocarsi l’apice del torneo. La strada è comunque molto lunga e, se i risultati arrivano appieno, non ancora il gioco che deve crescere ancora tanto.

Rino Guzzo sta lavorando in questo senso con particolare attenzione verso la testa delle ragazze; occorre una forte determinazione mentale in campo per far fluire il gioco così come dovrebbe e come ci si augura andando avanti partita dopo partita. Anche contro la squadra di Carrozza ci sono stati dei momenti in cui il filo del gioco non si trovava, ma un altro piccolo mattoncino è stato messo sulla strada che porta verso maggio.

Sotto la direzione dell’arbitro Gangemi le due squadre si presentavano così sul parquet: nelle padrone di casa la Sorgiovanni che avevamo conosciuto nel ruolo di libero veniva schierata di banda e la Cavaleri da centrale la ritroviamo opposto. Quindi la diagonale Pasqualino-Cavaleri, Scozzafava e Ruggia centrali, Sorgiovanni e D’Agostino di banda con Zecca libero. Le biancorosse recuperavano il capitano Cirifalco che prendeva il suo posto di banda in coppia con Buonfiglio, flores in regia, Oliveira opposto, Torcasio e C. Mercuri centrali con Spaccarotella libero.

Solita partenza della Yamamay che trova subito i varchi giusto per assestare il primo break della gara con un 5-0 aperto da un muro della Mercuri. Le padrone di casa, sotto la spinta delle indicazioni di mister Carrozza, però reagiscono subito. La battuta di Sorgiovanni e Scozzafava mette in difficoltà la ricezione lametina che non trova subito la posizione giusta e la conseguenza è un break di 8-1 condito da quattro aces (due a testa ma saranno gli unici di tutta la gara della Digem) che ribalta il punteggio. Le padrone di casa si infiammano e cercano di rendere pan per focaccia alle più quotate avversarie. La Yamamay però non si scompone; prima aggancia le avversarie e piano piano le mette a distanza (12-17) in una fase in cui la Torcasio diventa invalicabile a muro e la Buonfiglio scarica a terra tutta la sua potenza. La Yamamay però soffre per qualche doppia di troppo della palleggiatrice e la Digem si rifà sotto a -3 (16-19). Due fast ed un muro dell’incontenibile Torcasio rimarcano ancora il solco tra le due squadre con la Yamamay che va poi a chiudere con un +8 (17-25), nonostante i tentativi di Cavaleri e D’Agostino di mantenere in partita la propria squadra.

Nel secondo parziale la Digem cerca di mettere in campo tutto il suo orgoglio e giocarsi la partita ma fin da subito si capisce che contro le biancorosse ci sarà poco da fare. Oliveira Da Silva e Buonfiglio, con l’ausilio di diversi errori delle locali, scavano subito un solco profondo; parziale di 3-15 con set praticamente chiuso prima ancora di cominciare. Le lametine si rilassano un po’ troppo ed i primi 8 punti del set delle locali non sono altro che errori delle biancorosse (3 doppie, 1 battuta e 4 attacchi sbagliati). Si rischia di abbassare il livello di gioco ed allora mister Guzzo decide il cambio in regia mettendo dentro una più che stimolata De Sando. Carrozza cerca di non far crollare le sue e qualche cosa riesce ad ottenerla con Ruggia e Cavaleri che riescono a non far allargare ancora la forbice tra le due squadre in campo mantenendo la distanza che alla fine dirà 13-25.

Mister Carrozza nel terzo set si gioca anche la carta Femia lasciando in panchina Sorgiovanni, la sostanza però cambia poco; lametine che impongono il proprio gioco con un parziale che sale sul 7-17 sotto la spinta della Buonfiglio. Carrozza da spazio alla rientrante Vitale e poi alla Romeo ma quando le padrone di casa cercano di chiudere meglio a muro sugli attacchi dalle bande e controreplicare, sale ancora in cattedra la Torcasio che mette a segno una serie micidiale di muri e fast che spengono le velleità delle avversarie. L’epilogo è un 10-25 che chiude la gara con un parziale punti di 40-75, consentendo alla lametine, come detto, di scavalcare le avversarie del Palmi in testa alla classifica per il quoziente-punti.

 

PAPER MOON MARINA DI GIOIOSA – YAMAMAY LAMEZIA 0-3 17-25 13-25 10-25

PAPER MOON MARINA DI GIOIOSA: D’Agostino 5, Vitale, Femia, Zecca (L), Cavaleri 7, Scozzafava 3, Ruggia 3, Sorgiovanni 2, Tosi, Pasqualino, Romeo. Allenatore: Vincenzo Carrozza

YAMAMAY LAMEZIA: Cirifalco 6, Buonfiglio 13, De Sando, Flores 2, Da Silva 10, C. Mercuri 3, Torcasio 16, Perri, Spaccarotella (L). Allenatore: Rino Guzzo 2° Francesco Ferraiulo

Arbitro: Cangemi Vito

Note – Paper Moon: Aces 4, Battute sbagliate 7, Muri vincenti 3, Totale attacchi vincenti 20, Totale errori punto 23. Yamamay Lamezia: Aces 10, Battute sbagliate 6, Muri vincenti 11,Totale attacchi vincenti 52, Totale errori punto 20.

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?