Basket

Vis Reggio beffata allo scadere da Capo d’Orlando

on

Un canestro a zero secondi dalla fine dell’ex Federico Antinori regala a Capo d’Orlando il successo nell’attesissimo scontro al vertice della ventunesima giornata. Un successo fondamentale che consente ai paladini di affiancare i reggini in vetta alla classifica, riaprendo così la corsa verso il primo posto. È stata una gara non bella, ma combattuta, agonisticamente avvincente per tutti i 40 minuti, con netta prevalenza delle difese sugli attacchi e continui capovolgimenti di fronte, senza grossi margini di vantaggio né per l’una né per l’altra squadra. A 2,30 dalla sirena, però, la Vis sembrava aver chiuso i giochi (68-61), ma i siciliani, mai domi, ci hanno creduto sempre, riuscendo nell’impresa (unica squadra in stagione) di violare il PalaBotteghelle.

Il primo tempo è equilibratissimo, e si chiude sul 37-34 per i padroni di casa. Nel terzo quarto Capo d’Orlando prova a scappare con tre triple dello scatenato Marinello, ma la Vis, trascinata dai veterani Grasso e Zampogna, ribatte colpo su colpo e rimette la testa avanti.

Nell’ultimo periodo sale in cattedra Zampogna. Il play palmese con 6 punti in fila da il massimo vantaggio alla Vis (68-61). La gara sembra chiusa, ma le cose si complicano causa uscita per 5 falli di Stracuzzi e dello stesso Zampogna. I locali perdono tre sanguinose palle in attacco senza riuscire a tirare e consentono agli ospiti di effettuare un clamoroso sorpasso (parziale 1-9) con un jump di Rodriguez a 17 secondi dal termine. La Vis non demorde e Pellegrino Yasakov, magistralmente servito da Marzo, firma il controsorpasso a 6 secondi dalla fine. Capo d’Orlando si catapulta in avanti per l’ultima disperata azione ma perde palla fra il tripudio degli spalti: l’azione però è invalidata dagli arbitri perché coach Condello aveva chiamato time out per organizzare l’ultimo gioco. La palla va a Marinello che sbaglia il tiro ma Antinori, inspiegabilmente solo nel pitturato, cattura il rimbalzo e, indisturbato, realizza il canestro della vittoria al beffardo suono della sirena.

Questo il tabellino della gara:

Vis Reggio Calabria – Irritec Costa d’Orlando 71-72

(15-14, 37-34, 56-54)

Vis Reggio Calabria: Zampogna 16, Grasso 18, Pellegrino Yasakov 5, Warwick 12, Marzo 10, Viglianisi 6, Stracuzzi 2, Barrile, Tramontana 2, Di Dio N.E. Allenatore: D’Arrigo.

Irritec Costa d’Orlando: Rodriguez 13, Vazzana 10, Antinori 5, Dominguez 10, Marinello 24, Sgrò, De Lise 2, Fazio 8, Micale N.E., Nici N.E. Allenatore: Condello.

Arbitri: Massari di Ragusa e Paternicò di Piazza Armerina.

FEDERICO STRATI – UFFICIO STAMPA VIS  2/3/2015

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?