Basket

Virtus Catanzaro ad un passo dall’impresa!

on

Alcune volte una sconfitta può essere accolta come una vittoria. Ci sono partite che rimangono nella mente dei giocatori e di tutti i presenti, non tanto per il risultato finale, quanto per il cuore messo in campo dai protagonisti, per la voglia di raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi. Il successo e la sconfitta appartengono a coloro che si mettono in gioco, dimostrando di essere all’altezza di una finale. Lo spareggio Under 19 valido per l’accesso alle fasi nazionali categoria élite ha visto fronteggiarsi la Virtus Catanzaro, fucina di talenti del network giallorosso targato Sfy Planet e l’Amatori Pescara, quotata formazione giovanile della società che partecipa al campionato di serie B, che ha eliminato nella fase a gironi d’Abruzzo avversari di tutto rispetto. La sfida, in scena a Pozzuoli, non è stata adatta ai deboli di cuore ed ha riservato emozioni davvero inaspettate. Sulla carta, i campioni di Pescara avrebbero dovuto avere vita facile. Dopo aver battuto la concorrenza di un vivaio prestigioso come quello di Chieti, la cui prima squadra milita in Lega 2, era pronta ad archiviare in scioltezza anche la pratica Catanzaro, potendo contare su di un roster di primissimo livello. Timperi su tutti, ma anche i vari Di Fonzo, D’Orazio e Di Santo, tutti con discreto minutaggio in serie B, promettevano di mostrare una superiorità – quantomeno fisica – straripante. A peggiorare la situazione per i ragazzi di coach Chiarella anche l’infortunio, dopo poco più di dieci minuti di gioco, occorso al giocatore con più esperienza della truppa giallorossa, Luca Calabretta, bloccato da un colpo al polpaccio che l’ha costretto a seguire il resto del match tra le lacrime a bordo campo. Ma la risposta del gruppo catanzarese non si è fatta attendere, ed è arrivata proprio nel momento di maggiore difficoltà. Pescara, spinta dal solito Timperi, top scorer dell’incontro con 25 punti, provava a scappare, portandosi sul massimo vantaggio di 35 a 27 alla sirena dell’intervallo lungo. Al rientro però la Virtus fa paura. Le parole dello staff tecnico calabrese rimbombano nella mente degli atleti, che compiono un autentico miracolo sportivo nei successivi 19 minuti. Meriterebbero tutti una menzione: Donato e Fratto si dannano l’anima alternandosi in cabina di regia, Polizzese e Motta realizzano canestri importanti, Zofrea si danna l’anima su entrambi i lati del campo, Samà e Dell’Uomo offrono solidità sotto le plance. Il sorpasso è servito fino al più tre a pochi secondi dal termine. Nelle ultime azioni si realizza l’imponderabile, gli dei del basket si schierano sfacciatamente dalla parte dei biancorossi di coach Di Nallo, i quali approfittano con esperienza di ogni errore dei catanzaresi. Due errori ai liberi consegnano la palla a Timperi, che con freddezza impatta la gara sul 57 pari. La rimessa giallorossa finisce con una palla persa e Di Fonzo realizza, con l’aiuto del tabellone, il canestro che vale la vittoria. Una sconfitta che lascia tanto amaro in bocca ai campioncini di coach Chiarella, che però tornano a casa riempiendo d’orgoglio la dirigenza e la città intera. Ancora una volta, il buon lavoro del network catanzarese ha portato in alto il nome del basket calabrese nei palcoscenici più importanti, ed un sentito grazie va a tutti i protagonisti di questa splendida avventura, a cominciare da coach Chiarella, terminata ad un passo dall’impresa, ma che contribuirà alla crescita cestistica ed umana di un gruppo giovanile che ha stupito tutti e che ha davanti a sè, se saprà sacrificarsi nel duro lavoro quotidiano in palestra, ancora grandi margini di miglioramento sia dei singoli che di squadra.
TABELLINI

Amatori Pescara – Virtus Catanzaro 59-57
Parziali: 16-15, 35-27, 44-43
Pescara: Pardi 6, Paoletti, Di Mantino, D’orazio 10, Di Fonzo 6, Di Santo 6, Timperi 25, Bucci, Di Fabio 6, Toro, Evangelista, Battaglia. Coach: Di Nallo
Virtus Catanzaro: Donato 4, Zofrea 2, Dell’uomo 7, Signoretti, Polizzese 10, Fratto 11, Samà 8, Viscomi, Calabretta 7, Motta 8, Bova, Marra Cutrupi. Coach: Chiarella
Arbitri: Esposito Abate e Puzio

UFF.STAMPA SFY PLANET BASKET CZ

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?