Basket

Una grande Planet Catanzaro batte Venafro

on

Successo fondamentale degli uomini di coach Tunno sul forte Venafro, formazione esperta nelle cui fila militano giocatori importanti, a cominciare dal play Lovatti e dal top scorer del torneo. il lungo Corral, entrambi negli anni passati protagonisti in campionati di categoria superiore. Due punti sudati e per questo ancora più belli, conquistati al termine di quaranta minuti di grande pallacanestro, frutto di intensità e volontà da parte del roster di casa. Praticamente tutti i giallorossi scesi in campo hanno firmato la gara, alternandosi a protagonisti durante l’arco del match. Venafro, penalizzato in questo inizio di campionato da sfortuna ed infortuni, continua a navigare in una zona di classifica che si può dire bugiarda, atteso quanto mostrato al polifunzionale di Giovino. Pronti via ed è subito una gara frizzante. Scuderi gestisce al meglio la squadra,  coinvolgendo tutti i compagni e spezzando la difesa biancoblu con canestri dal cuore dell’area avversaria. Gli uomini di coach Mascio partono con ottime percentuali dalla lunga distanza, soprattutto da un ispirato Petrazzuoli. I ribaltamenti di fronte tengono il numeroso e corretto pubblico sempre concentrato sulla partita, i cui primi dieci minuti scivolano via in un attimo e terminano sul punteggio di perfetta parità. Da 0 a 0 a 18 pari, nessuna delle contendenti sembra poter prendere in mano le redini del gioco. Per Catanzaro si distingue il solito Fall, che lotta come un leone sotto le plance contro il pericolo Corral. Il ungo ospite, nonostante un fastidio al polpaccio,  è sempre presente sia nella fase offensiva che in quella difensiva e si rende protagonista di un paio di stoppate da urlo. Intanto Naso, anch’egli  in non perfette condizioni fisiche, si iscrive alla contesa con due canestri quasi consecutivi da tre, confermandosi il migliore del torneo in questa specialità. La grande intensità difensiva consente ai locali di andare all’intervallo lungo in vantaggio di quattro lunghezze. Coach Tunno non è soddisfatto, vuole più grinta ed aggressività, ed i suoi lo accontentano sfornando una ripresa devastante. Con un grosso parziale creato dalla coppia Scuderi – Battaglia, la Sfy Planet sembra poter chiudere il match. Uno dei migliori fra gli atleti biancoblu, Pertrazzuoli commette il quinto fallo e si accomoda in panchina. La strada sembra farsi in discesa, ma la pallacanestro è bella anche per questo e le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Il gruppo agli ordini di coach Mascio si coagula intorno a Lovatti, playmaker di grande talento. Il miglior realizzatore dell’incontro con i suoi 23 punti, tiene a galla la propria formazione, trovando canestri pazzeschi da ogni posizione, mentre gli arbitri sbagliano qualche fischio di troppo, sanzionando anche un discutibile tecnico  alla panchina catanzarese. L’ultimo periodo, cominciato con un risicato vantaggio di soli tre punti, è un capolavoro tattico di coach Tunno, aiutato dalla voglia matta di vincere da parte di tutti gli atleti di casa. Carpanzano, poco preciso dalla lunga, decide di attaccare il canestro e trova ottime soluzioni, Battaglia segna, sbaglia e recupera un’infinità di palloni, Morici realizza una bomba pesantissima e sigla la fine del match con una gran schiacciata. Venafro cede il passo ai giovani catanzaresi, dopo aver lottato con volontà ed esce tra gli applausi del numeroso pubblico. Il suono della sirena sorride ai giallorossi, che tornano alla vittoria in maniera convincente dopo una partita bene interpretata, ed al termine di un incontro emozionante ed equilibrato.
Da martedì si riprede a lavorare con la stessa concentrazione e determinazione, per migliorare ancora e preparare la difficile trasferta a Taranto di domenica prossima.

Ufficio Stampa Planet Catanzaro

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?