Coppa

🏐🏆 Top Volley da sballo. Battuta Leverano 3-1. Si va alle Final Four

on

Bcc Volley Leverano- Conad Lamezia 1-3

19-25, 25-15, 17-25, 22-25

Durata set: 24’, 23’, 25’, 31’

Bcc Volley Leverano: Laterza, Galasso 13, Scrimieri 11, Orefice 18, Serra 11, Ingrosso 8, Franco lib., Di Mastrogiovanni lib.,

Non entrati: Sergio , Cagnazzo G., Cagnazzo S., Savina, Miraglia

Allenatore: Andrea Zecca

Conad Lamezia: Gerosa 2, Spescha 15, Alborghetti 10, Turano 7, Del Campo 18, Garofalo 14, Zito lib., Bruno, Sarpong 1, Alfieri, Gaetano,

Non entrati: Polignino, Chirumbolo.

Allenatore: Vincenzo Nacci

Arbitri: Mario Chiechi Eustachio Papapietro di Matera

È la Conad ad approdare alla Final Four di Coppa Italia. Dopo aver battuto 3-2 Leverano nel match d’andata a Pianopoli la squadra di Nacci si ripete battendo i pugliesi a domicilio con il risultato di 3-1.

Dopo averlo fatto riposare nella sfida contro Leverano capitan Spescha torna in campo in posto 2 a chiudere la diagonale con Gerosa al palleggio, sulle bande ci sono Del Campo e Garofalo, al centro i soliti Turano e Alborghetti, Zito libero.

Quella che si prospetta come una lunga battaglia parte subito sul filo dell’equilibrio. A romperlo ci pensa un ace di Del Campo per il primo break in favore dei lametini (8-10). Un muro di Laterza su Garofalo ricuce lo strappo che il turno in battuta di Spescha ripropone ancor più largo (11-15) nessun ace ma battute tanto insidiose da impedire a Leverano di attaccare in maniera pulita. Il gap aumenta ancora con un pallonetto di Gerosa che beffa il muro dei pugliesi e un contrattacco di Del Campo (12-18). Zito in difesa, Del Campo in attacco fanno la voce grossa e il distacco aumenta ancora (15-22).Catania recupera un paio di punti ma un attacco di Garofalo regala la possibilità alla Conad di giocare ben 5 palle set (18-24). Leverano annulla la prima ma non la seconda che mette a terra capitan Spescha (19-25).

Nel segno dell’equilibrio anche l’avvio di secondo set. Due attacchi vincenti, di Orefice e Galasso, e un errore in attacco della Conad valgono il primo break per i pugliesi (9-6). Un punto alla volta, primo con un ace di Gerosa, poi con un muro della coppia Spescha-Alborghetti la Conad ritrova il pari (11-11). La Conad in questa fase è un po’ fallosa, una battuta sbagliata, un’invasione e un attacco spedito out permettono a Leverano di staccare ancora i lametini (17-13). I padroni di casa ritrovano fiducia e trascinati dai punti di Orefice, dagli aces di Scrimieri e da ulteriori passaggi a vuoto dei giallorossi solcano un gap non più colmabile (22-13). Un ace di Galasso chiude il parziale sul 25-15.

A differenza dei primi due parziali, nel terzo set l’equilibrio è subito rotto dal turno al servizio di Del Campo, un ace, un errore in attacco dei pugliesi e un muro di Garofalo valgono il + 3 (3-6). Il gap aumenta ancora poco dopo con un muro di Alborghetti su Orefice e una palla innocua messa nel campo opposto da Garofalo (4-9). Due aces consecutivi di Serra permettono a Leverano di rifarsi sotto (11-13). Grazie ad un ace di Spescha e ad uno di Garofalo subito dopo la Conad torna avanti di 5 punti (15-20). Due attacchi del capitano valgono il + 7 e ben 7 palle set (17-24). È ancora il capitano a metterla a terra per il 17-25.

Il quarto set, l’ultimo per Leverano per rimettersi in corsa, è tirato e equilibrato. La battuta di Scrimieri ancora una volta è determinante, tra aces e conclusioni che costringono ad una rigiocata approssimativa i lametini Leverano passa avanti (12-9). Spescha, sostituito da Nacci esce dal campo protestando e il primo arbitro si sventola in faccia il cartellino rosso che vale il -4 (13-9). Un attacco fuori di Orefice e uno che disintegra il muro pugliese di Garofalo consentono alla Conad di riportarsi a -1 (13-12) con coach Zecca che spreca uno dei time-out a disposizione. Alla ripresa ancora Conad con due punti di Turano uno in attacco, l’altro a muro che valgono il sorpasso (13-14).

Il parziale continua ad essere tirato, solo un appoggio fuori dei locali permette alla Conad di andare avanti di 2 (19-21). Leverano pareggia però i conti (22-22) grazie anche ad una palla contestata. Sono due errori decisivi di Orefice e Galasso a regalare set e partita alla Conad (22-25).

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Email
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?