Rugby

Rugby Reggio Calabria salvo. 34-7 all’Avezzano

on

Indietro1 di 2Avanti
Usa i tasti ← → (freccia) per sfogliare

La Rugby Reggio Calabria affronta l’ultimo impegno casalingo stagionale alla ricerca della quinta vittoria della pool retrocessione e la ottiene ai danni dell’Avezzano: al San Cristoforo i marsicani cedono infatti per 34-7 in una partita a senso unico che di fatto, con entrambe le compagini già salve, poco o nulla aveva più da dire in termini di classifica, se non per la corsa al primo posto del girone per la formazione reggina.

Agli ordini del Sig. Scopelliti il match vede i padroni di casa portarsi in vantaggio già in apertura di tempo con Salayman che finalizza in meta un possesso da mischia nei 22 avversari: mancata la trasformazione di Mitchell, si resta sul 5-0. Gli ospiti potrebbero subito rispondere e accorciare con un piazzato da 40 metri, ma il calcio dell’apertura Lanciotti si perde alla sinistra dei pali; è invece nuovamente la Rugby Reggio a marcare con una gran giocata di Mitchell che riceve l’ovale da mischia, si invola sul lato sinistro del campo, fa strada lungo linea fin dentro i 22, rompe un paio di placcaggi, resiste e spinge sulle gambe fino ad arrivare in meta: la stessa apertura inglese non trasforma, 10-0 il parziale. La terza meta arriva poco dopo, con un possesso da touche nei 22 avversari giocato alla mano prima verso il lato sinistro del campo, poi verso destra a trovare spazio e superiorità, con Cutrupi che va oltre e si porta sotto i pali prima di schiacciare l’ovale a terra; Mitchell stavolta non fallisce la trasformazione, padroni di casa avanti 17-0. I marsicani reagiscono e si portano in touche a cinque metri dalla linea di meta reggina, impostano una maul che viene fatta crollare irregolarmente, ci riprovano una seconda volta ma la difesa giallonera ha la meglio e recupera il possesso dell’ovale. A campi invertiti, è ora il XV di casa a provare a sfondare con una maul da rimessa laterale, il raggruppamento va a terra a pochi centimetri dalla linea di meta, Imbalzano è però rapido a raccogliere subito l’ovale e a trovare lo spazio per schiacciare sulla linea: Mitchell non è preciso e non aggiunge i due punti, ma la Rugby Reggio alla mezz’ora trova già il punto di bonus offensivo e si porta sul 22-0. Nel finale, in superiorità numerica per il cartellino giallo comminato a Mitchell per un placcaggio pericoloso, l’Avezzano trova la marcatura pesante: lungo possesso multifase nei 22 reggini, ovale al largo fino all’uno contro uno di Giovanni Angelozzi che supera il diretto avversario e va in meta in bandierina; Lanciotti centra i pali dalla piazzola, 22-7 il risultato alla pausa di metà tempo.

Nella ripresa, tanto gioco rotto e meno tatticismi in campo: dopo una prima occasione per i gialloneri con un break di Blandino e Quattrone, e qualche buono spunto del XV di Terrenzio che non riesce però a rendersi pericoloso, arriva la quinta meta reggina: possesso da rimessa nei 22 ospiti, maul, poi Quattrone gioca sulla chiusa e serve Imbalzano che incrocia con un grande angolo in velocità e va in meta; Mitchell trasforma, 29-7 il parziale. L’ultima marcatura arriva a stretto giro di lancette: altra touche nei 22 marsicani, ovale spostato lungo tutta la larghezza del campo, avanzamento e serie di pick and go a cinque metri, poi Salayman raccoglie il pallone e va oltre schiacciandolo in meta; il calcio di Mitchell da posizione angolata non è preciso, punteggio sul 34-7. Poco altro da segnalare nella restante parte di gara: Ippolito viene punito con il cartellino giallo per aver ostacolato una punizione veloce, si gioca tanto alla mano ma dopo un paio di possessi per parte nei 22 avversari il cronometro scorre fino all’ottantesimo senza colpo ferire.

La Rugby Reggio si congeda così nel migliore dei modi dal proprio pubblico: Cutrupi e compagni indirizzano il match sul binario giusto già nella prima mezz’ora e la seconda frazione di gara, con il punteggio mai in discussione, sembra quasi solo un passaggio obbligato in attesa del terzo tempo in compagnia degli amici avezzanesi. Tra le note positive di giornata, la buona prestazione del rientrante Quattrone schierato per la prima volta mediano di mischia, e l’esordio in serie B del pilone Cannavò. L’ultimo impegno dell’anno vedrà i gialloneri di coach Huygen ospiti della Capitolina, vittoriosa in casa della Partenope nell’altro incontro di giornata e ancora al comando della pool con tre lunghezze di vantaggio proprio sulla Rugby Reggio; a 80 minuti dal termine, la classifica infatti così recita: Capitolina 29, Reggio Calabria 26, Avezzano 13, Partenope 12, Cus Catania 6.

Indietro1 di 2Avanti
Usa i tasti ← → (freccia) per sfogliare

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com