Calcio

Mister Stranges, Morrone, felice per la vittoria e per il ricordo di Marco Calderaro

on

Il 4-2 rifilato al Sersale ha molteplici significati, ma quello più importante

è l’aver dedicato la vittoria a Marco Calderaro. Prima del match è stata

inaugurata la nuova tribuna dell’impianto della Morrone alla presenza dei

suoi genitori ed è da quel preciso momento che Lorenzo Stranges decide

di partire nella sua analisi. «Era un gesto che tutti volevamo in cuor nostro

e la società ci ha fatto felici. I nostri dirigenti, come sempre, sono riusciti a

leggere al meglio la situazione perché ci sentivamo di dover fare qualcosa

per Marco, ma loro hanno individuato il modo più appropriato di agire».

Il campo, venendo all’aspetto sportivo, ha raccontato di un buon approccio

dei padroni di casa. Dopo appena 20’ si era già sul doppio vantaggio. «Le

prime partite sono condizionate tanto dall’aspetto fisico quanto dal caldo –

spiega – A settembre incidono molto gli episodi e noi siamo stati bravi a

portarli dalla nostra parte. Il Sersale nonostante il ko dirà la sua in questo

campionato, appuntate le mie parole».

Luca Ferraro è stato tra i migliori sul rettangolo verde: due reti e un

assist. Il bomber della Morrone non ha perso il vizio del gol e Stranges

gongola: «Ci teneva in modo particolare perché era molto legato a

Calderaro. E’ stato bravo a propiziare l’acuto di Nicoletti e bravissimo sul

2-0: per gli attaccanti della sua stazza non è facile cimentarsi in simili gesti

atletici. Il rigore – scherza l’allenatore – lo troverà d’accordo con me nel

dire che è stato più semplice».

A protezione di Bance, nel frattempo, si è rivista la coppia di marcatori

titolari. Bruno e Bacilieri per adesso sono quelli che danno maggiore

affidabilità, ma il tecnico tiene tutti sul chi va là. «De Luca per me è più di

un’alternativa. Loro tre sono fondamentali, ma sceglierò chi schierare in

base alle esigenze che si presenteranno nelle singole partite».

Nemmeno il tempo di riposarsi mentalmente, che mercoledì la Morrone

sarà di nuovo in campo tra le mura amiche per l’andata degli ottavi di

finale di Coppa Italia. «Innanzitutto alla ripresa degli allenamenti domani

faremo il punto della situazione, poi tireremo le somme. Opteremo per una

formazione competitiva, vogliamo affrontare questa partita nel migliore

dei modi e nel massimo rispetto della Caccurese che ha già fatto fuori una

compagine di Eccellenza».

Domenica, invece, Leta e compagni faranno visita al San Luca, tra le più

attrezzate con ReggioMed, Locri, Vigor e Sambiase. «Sì – chiude Stranges

– è una delle pretendenti alla vittoria finale insieme alle altre di cui sopra,

ma non dimentichiamo che una sorpresa può sempre saltare fuori.

Abbiamo incontrato i reggini nella Supercoppa e già allora ci destarono

un’ottima impressione. In estate hanno migliorato l’organico cambiando

tecnico e qualche calciatore. Il match ci dirà qualcosina in più sul nostro

conto…».

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com