Serie B

Mood Project Viola Reggio Calabria da sballo. Espugnata Pescara 71-67

on

La Mood Project Reggio Calabria espugna il “PalaElettra” di Pescara per 67-71 conquistando una preziosissima vittoria in gara 1 playoff. Un successo importantissimo, ottenuto dopo una rimonta maturata dell’ultimo periodo grazie alle triple di un indemoniato Vitale, che permette alla Viola di ribaltare il fattore campo.

Mercoledì 1 Maggio alle 18.00 si replicherà al PalaCalafiore.

IL MATCH

Mecacci sceglie Alessandri, Agbogan, Fallucca, Paesano e Fall. Pescara, dell’ex Rajola, con Caverni, Leonzio, Potì, Serafini e Capitanelli.

Una tripla di Fallucca apre la gara, Pescara però ha un buon approccio al match e con Caverni e Capitanelli firma il primo allungo (11-5). La Viola si affida invece al tiro da tre punti di Fallucca e Carnovali (13-14). Mecacci deve fare i conti con i due falli commessi da Paesano e con una Mood che non riesce per tutto il primo periodo a realizzare dal “pitturato”(0/6). Potì invece è il migliore di una Amatori che chiude la prima frazione sul 21-16.

L’avvio del secondo periodo è ancora di marca abbruzzese. La Viola in attacco non è brillante contro la zona pescarese ma soprattutto perde Paesano, autore prima del terzo fallo e poi delle proteste da cui deriva un tecnico sanzionato però alla panchina. L’Amatori è cinica e prova a scappare via (34-22). Lo strappo dei padroni di casa scuote la Mood che dopo una serie lunghissima di tiri liberi ritrova finalmente il canestro dal campo con un ottimo Carnovali. 36-32 all’intevallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi la Viola colpisce e rimette il naso avanti.Nobile e Fallucca dall’arco siglano il 36-38. L’inerzia però torna presto in mano all’Amatori che spinti da Potì e Leonzio ritrovano la doppia cifra di vantaggio (50-40). Il match vive di parziali, il successivo è della Mood che costruisce le triple di Vitale e Carnovali. Ancora Vitale per il 50-47 con cui si chiude la terza frazione.

L’ultimo quarto è in volata confermando l’equilibrio di tutta la gara. 50-50 a 8′ dal termine. Vitale e Potì’ si sfidano da tre punti, proprio il giocatore di Pescara però dopo un fortuito contrasto con Agbogan è costretto ad abbandonare il campo. Dopo la lunga interruzione per soccorrere lo sfortunato atleta abbruzzese Pescara ricomincia meglio ma una tripla di Carnovali impatta nuovamente il match (60-60). L’uomo del match è però Donato Vitale, il play classe ’98 mette a segno due triple che lanciano la Viola (66-69). Pescara butta via uno degli ultimissimi attacchi, Fallucca ruba il pallone decisivo e i liberi finali di Carnovali e ancora Vitale chiudono i conti. Termina 67-71.

Amatori Pescara – Mood Project Reggio Calabria: 67- 71 (26-21,15-16,14-15,17-24)

Amatori Pescara: Gay 5, Carpanzano 9, D’Eustachio NE, Serafini, Potì 21, Caverni 8, Di Donato NE, Capitanelli 10, Leonzio 12, Fasciocco NE, Pedrazzani, Micevic 2. Coach: Rajola Ass.te: Di Iorio.

Mood Project Reggio Calabria: Ciccarello NE, Alessandri 4, Grgurovic NE, Fall 5, Fallucca 10, Agbogan 2, Carnovali 14, Paesano 7, Nobile 10, Vitale 19. Coach: Mecacci Ass.ti: Trimboli, Motta

Arbitri: Spinelli, Picchi

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply