Basket

Sfy Planet Catanzaro in trasferta

on

Dopo un turno di riposo, riprende con tutto il suo carico di fascino il campionato di serie B nazionale, giunto quasi alle battute finali della stagione regolare. I play off si avvicinano ma la griglia degli scontri per il salto di categoria è ancora tutta da definire. Proprio per questo, per i giallorossi di coach Tunno non sono assolutamente consentiti cali di concentrazione. Domenica 15 marzo si viaggia alla volta del Molise, avversario di turno la Dynamic basket Venafro. I locali, pur avendo perso nel corso della stagione un lungo del valore di Corral, sono comunque una formazione molto temibile, specialmente tra le mura amiche, potendo contare su giocatori del valore di  Lovatti, Petrazzuoli, Moretti, Ferraro. La Sfy Planet, che ha sfruttato appieno la pausa imposta dalla Coppa Italia in quel di Rimini, manifestazione assaporata con grande orgoglio nella passata stagione, è pronta per provare a tornare al successo. Dopo le due sconfitte giunte con l’onore delle armi al cospetto delle prime della classe, Scuderi e compagni vogliono riprendere quella confidenza con la vittoria che risulterà fondamentale nelle fasi cruciali di un annata comunque eccezionale. Rimessi in forma gli acciaccati ed affinati i dettami tecnico tattici, la squadra giallorossa si sposterà sin da sabato in terra molisana, per trovare la giusta concentrazione per l’impegno contro gli uomini di coach Mascio. Impossibile sottovalutare l’avversario, la classifica è corta ed ogni punto guadagnato risulterà fondamentale, vietate distrazioni – il futuro comincia oggi.

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?