Rugby

Sconfitta casalinga per il Rugby Reggio Calabria

on

Al San Cristoforo la Rugby Reggio ospita l’Amatori Catania: gli etnei, reduci dalla vittoria con bonus nel derby con il Padua Ragusa, varcano lo Stretto alla ricerca dei punti necessari per l’accesso matematico alla fase promozione, che potrebbero raggiungere con due giornate d’anticipo in caso di vittoria; i gialloneri, fuori dai giochi promozione (in assenza della penalizzazione di -12 adesso si troverebbero in quarta posizione a 3 soli punti dall’Amatori Messina terza forza del campionato), dopo l’ottima prestazione con la Svicat puntano a ripetersi per riscattare la sconfitta dell’andata, quando al Paolone terminò 19 – 3 in favore dei siciliani, e chiudere al meglio questo finale di girone che li vedrà poi impegnati nelle ultime due giornate a Ragusa con il Padua e in casa con il Benevento. Arbitra il Sig. Giannattasio di Salerno.

La prima marcatura dell’incontro è per i padroni di casa, che si portano sul 3 – 0 grazie ad un calcio di punizione di Canale; il pareggio degli ospiti arriva dopo pochi minuti, Borina dalla piazzola fa 3 – 3. Attorno al quarto d’ora il n° 8 biancorosso Vasta, ex di giornata, viene sanzionato con il cartellino giallo per un placcaggio irregolare: dalla distanza Canale centra i pali e riporta avanti i reggini, 6 – 3. L’occasione per il pari è ancora sui piedi di Borina, ma stavolta l’estremo ospite non è preciso e si resta sul +3 Reggio; dopo il primo quarto di gara giocato più in campo reggino, nella fase centrale del primo tempo il gioco si sposta nella metà campo degli etnei: due buone azioni dei gialloneri, con i trequarti che superano la prima linea di difesa, vengono vanificate dalla perdita del possesso nei 22 avversari, poi ci pensa Canale da oltre centrocampo a muovere nuovamente il tabellino, 9 – 3 il parziale. Nel finale di tempo, il pack ospite si rende protagonista in mischia chiusa e conquista due calci di punizione che consentono a Borina di portare in parità il punteggio: al fischio dell’arbitro si va al riposo sul 9 – 9.

In apertura di ripresa, ospiti subito avanti: il placcatore non rotola, calcio di punizione e da posizione favorevole Borina centra i pali, 9 – 12. La Rugby Reggio si rifà sotto, da touche in campo Amatori apre il pallone al largo ma Di Paola legge la giocata e anticipa la salita, intercetta il pallone e si invola in meta sotto i pali: con la facile trasformazione di Borina l’Amatori si porta oltre break, 9 – 19 il parziale. Poi un altro calcio di punizione dell’estremo biancorosso e altri 3 punti, per un parziale di 0 – 13 che porta l’Amatori avanti 9 – 22 nei dieci minuti iniziali del secondo tempo. Gli ospiti provano ad allungare ancora con un drop di Borina dalla distanza, ma il calcio non è preciso e si riparte dai 22; il XV di casa mostra adesso una buona reazione e si riaffaccia in avanti; Di Paola viene punito con il cartellino giallo per un eccessivo stamping in pulizia di ruck, i gialloneri vanno in touche a cinque metri: rimessa, maul avanzante e Palmer schiaccia l’ovale in meta; Canale non trasforma, 14 – 22 il parziale quando si sta per entrare nell’ultimo quarto di gara. Nel gioco rotto, la maggiore attitudine dei catanesi nel gioco al piede e la poca lucidità del reparto arretrato dei reggini nella gestione di alcuni palloni, portano alla seconda meta dei biancorossi che chiude di fatto l’incontro: touche nei 22 avversari, pallone al largo, prima linea di difesa superata e ovale scaricato a Di Paola che schiaccia in meta; Borina trasforma, 14 – 29 il parziale. Punteggio che lo stesso calciatore ospite potrebbe arrotondare pochi minuti più tardi, ma dalla distanza non trova i pali; nel finale, ci prova con orgoglio la Rugby Reggio ma paga gli errori e l’imprecisione; a due minuti dal termine, secondo cartellino giallo di giornata per Vasta per placcaggio al collo e conseguente cartellino rosso per lui; al fischio finale dell’arbitro il tabellino segna Rugby Reggio 14 Amatori Catania 29.

La prima frazione di gara è stata sostanzialmente equilibrata: nel primo quarto sono stati più propositivi gli ospiti ma più concreti i reggini, che attorno alla mezz’ora hanno poi conquistato possesso e territorio senza però essere incisivi palla in mano al momento di finalizzare; in chiusura di tempo il pacchetto di mischia ospite conquista i due calci che valgono il pareggio e che certificano la superiorità in questa fase di gioco, che sarà costante anche nella ripresa nonostante il pack reggino, in formazione rimaneggiata, sia riuscito comunque a reggere. La svolta della partita sono state le tre marcature biancorosse di inizio ripresa: pur sotto di 13 nel giro di dieci minuti, i reggini hanno reagito bene e hanno trovato la meta ma nel gioco rotto hanno poi subito la reattività e il gioco al piede degli ospiti e hanno pagato gli errori e la stanchezza; dopo la seconda meta di Di Paola i gialloneri non sono più riusciti a rendersi pericolosi e la partita si è di fatto conclusa. Al fischio finale, gioia Amatori per la conquista matematica dell’accesso alla pool promozione e Rugby Reggio che archivia in fretta la sconfitta e si proietta al prossimo incontro di domenica 14 dicembre a Ragusa in casa Padua.

Rugby Reggio Calabria – Amatori Catania 14 – 29

(mete 1 – 2 / punti 0 – 4)

1°t
cp Canale 3 – 0
cp Borina 3 – 3
cart giallo Vasta
cp Canale 6 – 3
cp Canale 9 – 3
cp Borina 9 – 6
cp Borina 9 – 9

2°t
cp Borina 9 – 12
meta Di Paola, trasf Borina 9 – 19
cp Borina 9 – 22
cart giallo Di Paola
meta Palmer 14 – 22
meta Di Paola, trasf Borina 14 – 29
cart giallo Vasta, cart rosso

Reggio Calabria
Cutrupi, Filardo, Bercich, Cangemi, Gattuso (Polifroni), Canale, Stilo F., Palmer, Cervasio, Sorbara, Masuero, Callea (Khaoua), Maesano (Pedà), Imbalzano, Scappatura.
A disposizione: Ammendola, Selvaggio, Stilo R., Galante.

Amatori Catania
Borina, Di Paola, Calamaro, Greco, Montedoro, Camino, Moncada (Di Prima), Vasta, Palmieri, Ferrara (Caruso), Ruscica (Scuderi), Ardito, Guglielmino, Cartarrasa (Certo), Russo (Lawson).
A disposizione: Leone, Sciuto.

Arbitro: Giannattasio
Gdl: Angheloni, Pellicanò

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?