Rugby

Rugby Reggio Calabria sconfitto di misura

on

La ripresa del campionato vede la Rugby Reggio impegnata al San Cristoforo con la capolista Partenope: il XV giallonero è reduce dalle sconfitte con Svicat e Colleferro e proverà a sfruttare il fattore campo per conquistare punti preziosi in chiave salvezza; gli ospiti, a punteggio pieno dopo tre giornate, scendono in riva allo Stretto con l’obiettivo di continuare la striscia positiva. Su di un campo pesante per la pioggia caduta in nottata e sferzato dal vento incessante, agli ordini del Sig. Belvedere di Roma ha inizio l’incontro.

In apertura la prima occasione per muovere il punteggio è sui piedi di Reyna, ma il suo calcio di punizione colpisce il palo e si resta in parità; l’influenza del campo pesante sull’andamento del match è chiara sin dall’inizio: sono già quattro le mischie nei primi 10 minuti di gioco. Campo pesante ma anche forte vento, che come in occasione del piazzato dell’estremo ospite ci mette del suo e spinge sul palo anche l’ovale calciato dalla piazzola da Canale: si resta sullo 0 – 0. La prima marcatura pesante è degli ospiti e arriva a metà tempo, al terzo tentativo dopo quasi dieci minuti di gioco nei 22 reggini, tra mischie e cambi di possesso: maul da touche che avanza e va fino in area di meta, ma il portatore è tenuto alto; si riparte da una mischia a cinque metri, alla quale ne seguiranno altre due, una per parte e in entrambi i casi con perdita del possesso, prima che i partenopei trovino il varco sul lato chiuso per andare in meta, ma al momento di schiacciare l’ovale a terra Reyna ne perde il controllo e commette in avanti; altra mischia, soffre il pack di casa che perde il possesso e stavolta non riesce a difendere il lato chiuso: il n° 8 Termini sfonda in area di meta e porta avanti i suoi, 0 – 5 il parziale con l’estremo Reyna che non aggiunge i due punti della trasformazione. La Rugby Reggio riparte e gioca alla mano dalla propria metà campo, ma per due volte dopo un buon avanzamento perde l’ovale e viene rispedita con un calcio nuovamente nei suoi 22; la touche, nota dolente di giornata, non funziona a dovere e la Partenope alla mezz’ora ne approfitta: pallone non controllato, possesso ospite e ingresso laterale in ruck dei gialloneri; Valerio indica i pali, Reyna li centra: 0 – 8 il punteggio. Negli ultimi minuti il XV di Ryan mostra una buona reazione, e dopo un altro rischio corso nei propri 22 risale il campo e conquista prima una touche a ridosso dei 22 partenopei, con pallone perso in avanti nella successiva maul, poi sfrutta una spinta anticipata in mischia da parte del pack biancoazzurro per giocare veloce e sorprendere gli avversari sul lato chiuso del campo, riesce ad arrivare fino in meta ma come avvenuto nel primo quarto di gara a parti inverse, anche stavolta è la difesa ad avere la meglio e a tenere alto il portatore di palla. Si chiude così il primo tempo, sul punteggio di 0 – 8.

Ad inizio ripresa è la Partenope a provare ad allungare ancora con un piazzato, ma il calcio di Martone è corto e il punteggio non cambia; è ora la Rugby Reggio a farsi sotto e a occupare stabilmente il campo avversario, ma riuscirà a concretizzare il maggior territorio soltanto nell’ultimo quarto; sono troppi infatti gli errori in touche e di handling che fanno sfumare le azioni dei reggini, anche se la pressione porta comunque i suoi frutti: dopo dieci minuti di gioco arriva il primo cartellino giallo, per il pilone ospite Caterino reo di aver colpito con un pugno un avversario; al 60° è invece il tallonatore Zito a pagare con il cartellino giallo per i falli ripetuti della difesa biancoazzurra, e in questa occasione il XV di casa accorcia il punteggio con un piazzato di Canale: 3 – 8 il parziale. Breve fase di gioco rotto, con un buon break per parte e calci di spostamento condizionati dal vento, poi è ancora Canale a trovare e cercare la via dei pali, portando i suoi a -2 sul 6 – 8. Negli ultimi 10 minuti, ristabilita la parità numerica, il copione non cambia, con i reggini che occupano il campo avversario alla ricerca del sorpasso ma non riescono a sfruttare a dovere un paio di possessi nei 22 avversari, a causa di qualche imprecisione di troppo e della bravura della difesa ospite che non cede e non commette fallo, e non riescono a segnare altri punti; l’ultimo possesso, dopo una fase di gioco rotto, è di marca ospite: pallone rubato in mischia al limite dei 22 reggini, si passa per qualche punto di incontro ma la linea giallonera regge e i partenopei, a tempo ormai scaduto, optano per calciare fuori l’ovale. Al fischio finale dell’arbitro il tabellone segna Rugby Reggio 6 – Partenope 8.

Più di dieci mischie solo nella prima mezz’ora di gioco, tanti errori di handling da parte di entrambe le formazioni, possesso e territorio equamente divisi un tempo per parte: il campo pesante e il forte vento hanno indubbiamente condizionato l’incontro, ma troppi sono stati i palloni persi e gli errori, senza i quali le partite come quella di oggi, in equilibrio fino all’80°, si portano a casa. Buona la prima in giallonero per il pilone Calabrò e il n.8 Baumann che si sono ben comportati all’esordio; doveroso infine un pensiero alla giovane seconda linea Masuero, uscito dopo pochi minuti per un brutto infortunio, con la speranza di rivederlo presto in campo.

Rugby Reggio Calabria – Partenope 6 – 81°t
meta Termini 0 – 5
cp Reyna 0 – 8

2°t
cart giallo Caterino
cart giallo Zito M.
cp Canale 3 – 8
cp Canale 6 – 8

Rugby Reggio Calabria
Valenti, Cutrupi, Zema (Stilo R.), Filardo, Bercich, Cangemi, Canale, Baumann, Cervasio, Sorbara, Masuero (Calabrò), Di Perna, Maesano, Imbalzano, Scappatura.
A disposizione: Khaoua, Pedà, Stilo F., Selvaggio, Ripepi.

Partenope
Reyna, Antonelli, Cidro, Fiore, De Merulis, Martone, Gherardi, Termini, Valerio, Ricciardi, Piscopo, Nappi, Canzanella, Zito M., Caterino.
A disposizione: Schettino, Improta, Adamo, Dublino, Giustiniani, Pesacane, Zito L.

Arbitro: Belvedere
Gdl: Angheloni, Scopelliti

Umberto Chirico – Ufficio Stampa ASD Rugby Reggio Calabria

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?