Motori

Poker di Scola alla Luzzi-Sambucina

on

Indietro1 di 2Avanti
Usa i tasti ← → (freccia) per sfogliare

l giovane asso del volante cosentino ha preceduto, al termine di una sfida emozionante, il catanese Cubeda. È il suo quarto successo consecutivo. Terzo miglior tempo per il potentino Lombardi

LUZZI (CS), 03 OTTOBRE 2015. Una sfida appassionante combattuta sul filo dei millesimi. Tra Domenico Scola e Domenico Cubeda è stata una domenica di grande adrenalina, con un distacco di soli 0.27 secondi nella seconda manche. Ma per il giovane pilota cosentino questo tracciato non ha ormai più nessun segreto, e arriva così il quarto successo consecutivo (nessuno ha fatto meglio di lui) alla Luzzi-Sambucina in 6’26”69.

Nell’anno del ventennale, il padrone di casa, a bordo di Osella Pa 21 S, ha dimostrato perché si trova al terzo posto tricolore in CIVM e primo tra gli Under. «Sono felice per il successo – ha spiegato il pilota bruzio, che stamattina era stato colto da qualche linea di febbre – arrivato su un percorso che amo particolarmente. È stata una bella gara». Cubeda, invece, grande protagonista in CIVM, è ora in testa al Trofeo Italiano Velocità Montagna Sud. «Mi mancavano un po’ di riferimenti – ha detto Cubeda – e ho modificato in particolare i rapporti e il set up della vettura. Sono soddisfatto della prova».

Terzo assoluto il potentino Achille Lombardi su Osella Pa 21 EVO, vice campione tra le vetture CN in campionato, mentre il siciliano Giuseppe Corona su Osella Pa 21 S ottiene la quarta piazza restando leader tricolore tra le CN. Quinto assoluto Luca Ligato su Osella Pa 21 Evo, terzo di gruppo anche in campionato.

In una calda giornata di ottobre, il numeroso pubblico che ha assistito alla manifestazione – che rappresentava la penultima prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna – ha colorato il tracciato luzzese fino a quando l’ultima vettura ha smesso di rombare.

In gruppo E2M, Agostino Bonforte (Formula Gloria) conquistato il successo. Niente da fare Gianluca Rodino su Elia Avrio Neos, per il cosentino Mirko Paletta in classe 1000 e per il pugliese Orazio Maccarrone tra le 1600, costretti al ritiro.

Gruppo E2B con il duello tra il cosentino Domenico Scola (vincitore tra gli Under in CIVM) e il catanese Domenico Cubeda. Terzo il catanzarese Emanuele Greco su Osella Mugen. In classe 1300 bene il catanzarese Francesco Ferragina su Elia. Leonardo Nicoletti ha conquistato la classe 1600 davanti al pugliese Leogrande.

In gruppo CN, il potentino Achille Lombardi ha consolidato l’ottima posizione ottenuta in prova conquistando il successo davanti al catanese Giuseppe Corona (Osella Pa 21 S) e all’Osella Pa 21 Evo di Luca Ligato. Questo risultato proietta il potentino al secondo posto in campionato tra le CN. Corona, invece, resta leader in TIVM. Il cosentino Franz Caruso, al rientro su Osella Pa 21 S, ha ottenuto il quarto tempo di gruppo mentre tra le 3000 da registrare il ritorno del veterano Emilio Scola, anch’egli al rientro dopo un periodo di inattività.

Tra le GT, la Porsche 996 del pugliese Vito Pace rappresenta l’unica vettura presente nel gruppo.

Il gruppo E1 Italia è andato a Luigi Sambuco (peraltro vincitore della Coppa E1 2000 in CIVM) al volante di una Renault New Clio. Il pilota campano ha preceduto il pugliese Vitantonio Micoli su Renault 5 GTT (primo in classe 1600). Terzo posto per Angelo Cardone su Alfa 147 GTA. Tra le 1150 il catanzarese Claudio Gullo ha vinto su Polo.

In gruppo A successo per Francesco Urti su Alfa 147 2000, davanti alla Peugeot 106 di Rino Tinella (che trionfa in classe 1600) e alla Renault Megane di Mattia Cosentino. Tra le 1400, primato per Andriano Garritano su Peugeot 106.

Gruppo N la Peugeot 106 S16 da 1600 cc. del potentino Rocco Errichetti (protagonista in CIVM e secondo in classe 1600) ha preceduto al traguardo le Saxo VTS di Antonio Fichera e Giuseppe Forte. In classe 3000 primato per Carlo Scigliano su Ford Escort Csw, mentre Giuseppe Guido ha trionfato tra le 1400.

Tra le Racing Start il pugliese Oronzo Montanaro su Mini Cooper S ha conquistato il miglior tempo davanti al calabrese Andrea Arnone su Opel Corsa OPC e a Giovanni Angelini su Clio RS3.

Tra le VBC la graduatoria assoluta, alla fine, recita: Antonio Ferragina Domenico Procopio e Domenico Morabito, tutti al volante di Fiat 500.

Trofeo Dame per la giovane Emilia Covello a bordo di una Fiat 600 SP.

“È stata una meravigliosa manifestazione – ha dichiarato il presidente della Cosenza Corse Sergio Perri – un grande orgoglio per tutta l’organizzazione. Ci abbiamo tenuto tanto a portare avanti, nell’anno del ventennale, questa splendida cronoscalata, amatissima dal pubblico e dai piloti. E abbiamo avuto anche l’apporto delle istituzioni del territorio e di numerose realtà sportive. Un grazie, tra gli altri, al presidente dell’Aci Catanzaro Eugenio Ripepe, che ci supporta egregiamente. A tutti, diamo l’appuntamento al 2016”.

Indietro1 di 2Avanti
Usa i tasti ← → (freccia) per sfogliare

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?