Basket

Planet Catanzaro, vittoria con dedica all’esordio con Vasto

on

Planet Catanzaro – Bcc Vasto 72-60 (13-15, 15-15, 15-17, 29-13)

Planet Catanzaro: Carpanzano 14 (0/3, 4/11), Battaglia 6 (3/9, 0/1), Naso 7 (2/4, 1/1), Ippolito 0 (0/1, 0/2), Scuderi 16 (4/9, 0/6), Sereni 8 (4/8), Morici 5 (2/2, 0/1), Fall 16 (5/8) N.E.: Fratto, Zofrea
Tiri Liberi: 17/26 – Rimbalzi: 44 30+14 (Fall 10) – Assist: 10 (Scuderi 5)
Bcc Vasto: Dipierro 8 (1/5, 1/5), Antonini 0 (0/1 da tre), Di Tizio 3 (0/3, 1/1), Durini 6 (3/6, 0/5), Martelli 14 (4/4, 2/5), Cordici 0 (0/1), Lagioia 13 (2/7, 3/10), Mirone 16 (7/10) N.E.: Ierbs
Tiri Liberi: 5/9 – Rimbalzi: 32 25+7 (Durini 8) – Assist: 4 (Mirone 2)

La vittoria di oggi è tutta per un solo uomo, per un sorriso spento troppo presto, di quelli che ti lasciano un segno dentro. I due punti con i quali gli uomini di coach Tunno brindano al successo alla prima giornata di campionato sono tutti per onorare la memoria del dott. Adriano Marani, presidente del gruppo Assitur, che per due stagioni ha rappresentato il main sponsor dei locali, scomparso poche ore prima dell’esordio dei giallorossi. La commozione è tanta sul volto di tifosi ed addetti ai lavori, ed il suggestivo minuto di silenzio tributato dal palazzetto è solo un modo per salutare una persona speciale. La prima palla alzata dinnanzi un numerosissimo pubblico ha l’effetto di rompere il clima teso che si respira, in uno scrosciante applauso che sancisce l’inizio delle ostilità tra i quintetti. Vasto è una formazione importante, tra le protagoniste dello scorso torneo cadetto, e può contare su individualità interessantissime. Ed infatti proprio dalle mani dei protagonisti più attesi fra i biancorossi passano i primi punti della contesa. Dipierro, play maker talentuoso ed esperto, pare poter comandare le operazioni, mentre sotto le plance si mette in mostra il giovane Mirone per gli ospiti, pivot di 205 cm mobile e tecnico. La Sfy Planet Catanzaro all’inizio, com’era ampiamente preventivabile, soffre l’emozione dell’esordio. Il giovanissimo gruppo catanzarese vuole dimostrare sin da subito il proprio valore e spesso accelera troppo le conclusioni. E’ soprattutto dalla lunga distanza che i padroni di casa hanno le polveri bagnate, mentre gli ospiti trovano con più continuità il fondo della retina. Il primo periodo si conclude però con due belle giocate di capitan Scuderi, che ricuce il gap a soli due punti di svantaggio. Le difese si mostrano protagoniste del match ed infatti il punteggio resta basso anche per i secondi dieci minuti, così come l’equilibrio continua a far da padrone. Quindici punti per ognuna delle contendenti, in un quarto poco spettacolare ma intenso e spigoloso. Fall riprende il discorso dove l’aveva interrotto nel campionato scorso, conquistando secondi tiri e usando con classe un fisico fuori dal normale. Per il Vasto è Lagioia a salire in cattedra, con un paio di canestri importanti. L’intervallo lungo giunge con la Sfy Planet sotto ancora di due punti. Nella terza frazione  Vasto a provare a scappare, raggiungendo un vantaggio in doppia cifra, ma sul finire del quarto due bombe di Carpanzano riportano i locali a solo quattro punti di distacco. I toni dell’incontro si fanno sempre più maschi, mentre il pubblico si appresta a vivere le ultime fasi di una gara palpitante. L’ultimo periodo è un vero e proprio capolavoro tattico di coach Tunno che alterna il quintetto con due torri ad un quintetto basso e veloce, facendo perdere i riferimenti al Vasto. Per la prima volta i giallorossi mettono la freccia portandosi in vantaggio. Gli ospiti sono alle corde, con Mirone, tra i migliori in campo, costretto ad alzare bandiera bianca per crampi. L’azione degli uomini di coach Di Salvatore si sfilaccia sotto i colpi di Naso e Scuderi. Gli ultimi fremiti della gara testimoniano gli ultimi sussurri del Vasto, costretto ad alzare bandiera bianca al cospetto del giovane team del capoluogo calabrese che si dimostra glaciale dalla lunetta. Chi ben comincia è a metà dell’opera si dice spesso ed allora che sia un bell’augurio per i giallorossi questo successo d’esordio. Un successo di cuore dedicato immediatamente ad un tifoso speciale che seguirà certamente i giallorossi, ma da più su di tutti gli altri. Ciao Adriano!

About Gennaro Rubino

Responsabile Web Cittasport.it. Di professione Avvocato. Allenatore i Istruttore Minibasket.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?