Eccellenza Calabrese

Pareggio ad occhiali tra Aurora e Amantea

on

AURORA REGGIO – AMANTEA 0-0

AURORA REGGIO: M. Laganà, Mallimaci, Bruno, Mangiola (15’ pt Ventura), Oliveri, Caputo, Libri, L. Favasuli, Savino (25’ pt Puccinelli), Gatto, Crisalli. A disp.: Loccisano, D. Laganà, Sanz, Minniti, O. Favasuli. All.: Ferri.

AMANTEA: Sesti, Sicoli, Caliò, Ferrara, Muraca, Pirillo, Gagliardi, Africano (40’ st Palermo), Tucci, Raimondo, Tripodi. A disp.: Carbone, Pellegrino, Mandarino, Graziano, Garritano, Rubino. All.: Caruso.

ARBITRO: Felipe Salvatore Viapiana (di Catanzaro). Assistenti: Mirko Bartoluccio (di Vibo Valentia) e Domenico Luccisano (di Taurianova).

NOTE: Amminiti Oliveri (A.R.), Ferrara e Tripodi (AM). Espulso Tripodi (AM) per doppia ammonizione al 40’ st. Angoli 4-2. Recupero 2’ pt e 4’ st.

Torna a casa con un punto utile su un campo difficile l’Amantea che pareggia per 0 a 0 contro l’Aurora Reggio. I ragazzi di mister Caruso più volte hanno l’occasione per passare in vantaggio ma non riescono a pungere a dovere. Alla fine le due compagini si dividono la posta in palio con i blucerchiati che salgono a quota 20 in classifica (a 3 punti di distanza dall’undicesimo posto che significherebbe evitare i play-out). “È stata una partita complicata per noi date le assenze ma nonostante ciò a squadra ha dato segnali molto positivi. – afferma mister Alfonso Caruso – Partita difficile contro una squadra ostica e i ragazzi hanno risposto bene con una prova di grande carattere e sacrificio. Chi ha giocato lo ha fatto con il cuore e ha dato tutto per portare a casa un risultato positivo. Nella prima parte di gara saremmo anche potuti passare in vantaggio però penso che il risultato alla fine sia giusto. Abbiamo avuto uno schieramento difensivo nuovo con Pirillo difensore centrale per la prima volta e lo ha fatto molto bene e per questo gli vanno fatti i complimenti. Ma tutti quelli che sono scesi in campo hanno fatto tutto quello che deve fare una squadra in cerca di punti e che sa che oltre alle partite casalinghe bisogna andare a strappare qualche punto fuori casa e noi lo abbiamo fatto in maniera del tutto meritata su un campo difficile. Non possiamo gioire fino in fondo perché l’espulsione di Tripodi subita quasi al 90’ minuto è stata una punizione eccessiva perché si tratta comunque di un ragazzo che in campo è sempre molto educato. Per noi la sua perdita è molto importante ma sono convinto che chiunque metterò al suo posto domenica prossima continuerà il lavoro fatto da Tripodi perché adesso non possiamo più fermarci. Arriverà una squadra che è in grandissima forma come il Castrovillari. Ma se vogliamo salvarci dobbiamo compiere qualche impresa e la partita di domenica potrebbe darci quella spinta in più. Noi ci crediamo e continuiamo a lavorare con i piedi per terra cercando di fare il quarto risultato utile consecutivo”.

Ufficio Stampa ACD Città Amantea 1927 ANTONIO GATTO

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Email
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?