Ginnastica

Le ginnaste Restart incantano al saggio di fine anno

on

Il Pianeta Viola, gremito in ogni ordine di posti, ha fatto da degna cornice al saggio di fine anno di Restart, la società reggina di ginnastica ritmica guidata dalla prof.ssa Marilena D’Arrigo, cui hanno preso parte un centinaio di ginnaste di età compresa fra i 3 e i 20 anni. E’ stata una grande festa, caratterizzata da un’organizzazione eccellente, coreografie suggestive e coinvolgimento totale di atlete e pubblico, in un mix di musica, entusiasmo e allegria.

Anche quest’anno il saggio, presentato da Marilena Alescio, è stato strutturato in due momenti. La prima parte con esercizi prettamente tecnici, eseguiti dalle ginnaste dei corsi che si sono cimentate con tutti gli attrezzi della disciplina (cerchio, palla, nastro, clavette, fune), facendo vedere la loro bravura e l’assoluta padronanza nei movimenti. Le 25 atlete appartenenti al team agonistico si sono esibite in esercizi individuali e di squadra altamente tecnici ed esecutivamente complessi, ricchi di scambi, collaborazioni e difficoltà di corpo e d’attrezzo.

Nella seconda parte, invece, spazio all’aspetto coreografico e alla fantasia del team Restart composto dalle istruttrici Ylenia Albanese, Valeria Federico, Giulia Cugliandro e Sara Pensabene, dalle collaboratrici Noemi Crupi, Marta D’Arrigo, Maria Pia Nava e Sara Lamberti, e dalla coreografa Nella Ruscica, che ha seguito le piccole agoniste. Il tema proposto è stato quello dei valori nello sport, in un susseguirsi di sogni, speranze ed energia incontenibile. Ad ogni sport rappresentato è stato abbinato un valore: la concentrazione al tennis, l’equilibrio al surf, l’energia al karate, la perseveranza all’atletica, la cooperazione al calcio, la resistenza al nuoto, l’agilità al basket, la coordinazione alla boxe, con la ginnastica ritmica a simboleggiare l’insieme di tutti questi valori. Cambi di costume frenetici e coreografie colorate hanno fatto da contorno alle leggiadre e dinamiche esibizione delle ginnaste, fra gli scroscianti applausi del pubblico presente.

Il 2017 appena andato in archivio è stato un anno ricchissimo di soddisfazioni dal punto di vista agonistico per Restart, con le giovani reggine mattatrici assolute a livello regionale e grandi protagoniste al di fuori dei confini calabresi con Francesca Spanti (medaglia d’oro al campionato interregionale di Ortona, successo questo che le è valso la prestigiosa partecipazione, unica ginnasta calabrese, alle finali nazionali di Pesaro), Noemi Bevilacqua (medaglia d’argento alle finali nazionali Csi di Lignano Sabbiadoro), Martina Guida e Alice Malara (entrambe medaglie di bronzo alle finali nazionali Csi di Lignano Sabbiadoro) e le più piccole Sofia Mereu, Martina Camera, Gaia Saìa e Giada Arco, anch’esse piazzatesi sul gradino più basso del podio in terra friulana.

E non è ancora finita. Prima delle meritate vacanze estive Restart sarà impegnata da oggi fino a sabato 8 luglio in uno stage di ginnastica ritmica al quale prenderanno parte la campionessa italiana Laura Vernizzi (argento olimpico ad Atene 2004 e oro ai Mondiali di Baku nel 2005) e la tecnica federale Antoaneta Stankova. È la prima volta che una società reggina organizza un evento di tale portata, che si terrà all’Iti Panella/Vallauri e al Boccioni. Sicuramente una ghiotta occasione per tutte le appassionate di ginnastica ritmica per avvicinarsi a questo meraviglioso sport.

UFFICIO STAMPA RESTART 4/7/2017

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?