Calcio

La Vigor sconfitta dal Due Torri (0-1)

on

La Ennesima sconfitta per la Vigor Lamezia che, al D’Ippolito contro una buona Due Torri, incassa l’ottava debacle schierando una messe di nuovi acquisti e combattendo fino all’ultima goccia di sudore.

La squadra di Antonio Gatto che, insieme al prof Macrì sta facendo il suo dovere ed anche qualcosina in più, nel primo tempo ha cercato di opporre alla maggiore organizzazione di gioco ospite la verve dei giovani e la qualità, l’intelligenza e l’esperienza del nuovo arrivato Giannusa. Subìto il goal dello svantaggio su una punizione evitabile, i locali sembravano smarrirsi e non ritrovare più il bandolo del gioco. Nella ripresa, o almeno nella prima parte di essa, i biancoverdi, grazie alla personalità dello stesso Giannusa, alla bravura dei giovani Guttà,  Torcasio  e Malerba, cominciavano a giocare palla a terra e davano alquanto fastidio alla munita difesa ospite. Le azioni da rete, però, erano latitanti sia perché i siciliani erigevano un muro davanti al bravo Paterniti, sia perché gli attaccanti Vigorini si dimostravano alquanto pigri sulle poche ed evanescenti  azioni offensive e non al meglio sul piano atletico.

Di sicuro, gli innesti di Giannusa in testa, di Manganaro, Fioretti, Cianci e Carpineta hanno dato al bravo tecnico Gatto la possibilità di  giocare più carte rispetto a quelle di quando  poteva giocare con i soli ’97 e ’98, ma è chiaro che lo stesso, oltre ad avere bisogno di tempo per amalgamare la nuova rosa, si attende dalla società altri acquisti di spessore per essere al passo con le altre compagini del Girone I.

Dove, in quali ruoli e a quali livelli? E’ chiaro che i nomi  dipendono solo dal modulo che ha in testa il tecnico ma la qualità degli innesti, se veramente si vuole dare a Gatto e Macrì la possibilità  di portare in salvo la Vigor Lamezia, deve essere del livello  di Giannusa e Malerba. In avanti poi, insieme al giovane Fioretti, urge schierare un over da quindici/venti reti, altrimenti….. le avversarie da agganciare in zona retrocessione scappano. Fra i giovani, oltre al solito Lettieri, da elogiare Guttà per la grande corsa fino al ’93  e il piedino messo con coraggio in tutti i contrasti. Poi Malerba e l’indigeno Torcasio.

Fra gli avversari bravi il ’97 Genovese e Calafiore.

Formazioni:

VIGOR

MARINO, TORCASIO, MALERBA, GUTTA’, LETTIERI CIANCI, CALABRIA, CARPINETA, FIORETTI, GIANNUSA, MANGANARO.

DUE TORRI

PATERNITI, ACQUAVIVA, D’AMICO, PITARRESI, CASSARO, TRICAMO, POSTORINO, CALAFIORE, PETRULLO, GENOVESE, GIACOBBE.

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?