Calcio

Impresa Reggina, Lecce Ko in rimonta

on

di Pasquale De Marte -Ventiquattro punti di differenza in classifica (penalizzazionu escluse) prima della sfida e non sentirli, oltre a un innegabile dislivello tecnico. La Reggina trova le risorse per compiere l’impresa e rilanciarsi nel giorno più difficile. Al Granillo si inchina il Lecce. Una formazione che può permettersi  di non avvertire l’assenza di Miccoli. piegata da un secondo tempo di carattere della squadra di Alberti, quello che servirà per confezionare un miracolo chiamato salvezza. Gli amaranto mettono in mostra ciò che il mercato ha messo a disposizione di Alberti. Con l’eccezione di Zibert,  entrato nella ripresa,  tutti i nuovi acquisti vanno  in campo dal primo minuto. Gallozzi e Balistreri , da subito, danno l’impressione di essere elementi di categoria e il tempo potrebbe vedere crescer l’intesa con i compagni e magari il rendimento generale. A loro si aggiunge un ritrovato Masini, entrato in maniera decisiva in entrambi i gol. Senza Insigne, in fuga verso altri lidi, Alberti prova a insidiare gli avversari schierando i suoi con un 4-1-4-1 che si contrappone al 4-3-3 orchestrato da Pagliari. La batosta di Messina ha lasciato strascichi soprattutto sul tifo  Lo striscione “Indegni” esposto in Gradinata non lascia spazio ad interpretazioni La corazzata salentina manifesta la propria superiorità tecnica sin dai primi minuti di gioco.   Ne bastano tre ai giallorossi per trovare il vantaggio:  Herrera da destra trova il cross che genera la deviazione vincente di Moscardelli. Una firma d’autore in un Granillo deserto. Movimenti senza palla ed in profondità, tocchi di prima. sovrapposizioni e attacco all’area avversario. Sembra quasi tutto elementare per un Lecce che trova terreno fertile dinnanzi agli avversari. Tuttavia, i salentini esauriscono la loro propulsione nella mezz’ora iniziale e, soprattutto con la forza dei nervi, gli amaranto provano a uscire dal guscio. La ripresa conferma l’involuzione degli ospiti e e al 64′ gli amaranto trovano un pareggio meritato, almeno per l’impegno profuso.  Armellino, da calcio piazzato, crossa per Masini che firma di testa il suo primo gol in amaranto.  Una liberazione per l’ex  bomber del Catanzaro La difesa alta dei pugliesi sembrerebbe prefigurare la possibilità di diversi contropiede dei padroni di casa che, come al solito, mancano di un uomo in grado di dare geometrie e proficui lanci in profondità. E la qualità dei salentini rischia di fare comunque la differenza quando Della Rocca si libera davanti a Belardi e trova la risposta del portiere che finisce sui piedi di Moscardelli, che impatta male e a porta sguarnita manca il gol del nuovo sorpasso ospite. All’85’ la Reggina passa in vantaggio: numero di Masini sulla destra che si beve Di Chiara, assist preciso per Viola che, di prima, trova la miracolosa opposizione di Caglioni, vanificata dal tap in vincente di Maimone. Belardi dice no a una gran conclusione di Lepore dalla distanza e poi soffia per vedere un colpo di testa di Della Rocca spegnersi sul fondo E’ tempo di festeggiare in casa amaranto.  L’ultimo posto non è più amaranto, ma è solo il primo passo di una salita che dovrà essere lunga.

REGGINA-LECCE 2-1, IL TABELLINO

Marcatori: 3′ Moscardelli, 64′ Masini, 85′ Maimone

REGGINA (4-1-4-1): Belardi;  Di Lorenzo,  Cirillo, Aronica, Ungaro; Gallozzi (73′ Karagounis), Armellino, Mazzone (70′ Zibert), Maimone, Masini; Balistreri (59′ Viola). A disp.: Kovacsik, Condemi, Gjuci, Karagounis, Louzada. All.: Alberti

LECCE (4-3-3): Caglioni;  Diniz, Vinetot (60′ Lopez), Abruzzese, Di Chiara; Gomes (57′ Sacilotto), Papini, Salvi; Lepore, Moscardelli, Herrera (67′ Della Rocca). A disp.: Scuffia, Beduschi, Bogliacino, Carrozza.All.: Pagliari

Ammoniti: Aronica, Maimone, Sacilotto. Recupero: 0 e 5′

Fonte: Strill.it

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?