Calcio

Impresa Reggina a Caserta

on

di Pasquale De Marte – Serviva un’altra impresa e il team di Alberti ce l’ha fatta ancora una volta. Dopo il successo contro il Martina, la Reggina riesce a non perdere a Caserta e lo  fa con una prestazione che ha contorni quasi epici.

Settanta minuti in dieci contro undici.  Un punto che fa poca classifica, ma molto morale e acuisce la sensazione che la squadra amaranto è tornata, al di là dei migliorabili aspetti tecnici.

Ultima a casa della terza, reduce da quattro vittorie consecutive. A leggerla così,  a Caserta, la Reggina non avrebbe dovuto avere scampo contro la squadra di Campilongo, chiamata a spazzare via da subito gli amaranto, presentatisi in Campania con tre diciottenni e un diciassettenne nella formazione iniziale.

Eppure, imbottita di calciatori della Berretti, la squadra di Alberti sin dai primi minuti dà l’impressione di avere argomenti giusti per mettere in difficoltà la Casertana, forse ancora inebriata dal dolce sapore del successo nel derby contro la Salernitana.

Ordinata, diligente, giovane  e soprattutto vogliosa.  E’ questa la squadra che va in campo a difendere i colori amaranto, nonostante le difficoltà di formazione che portano addirittura Armellino a giocare da difensore centrale in coppia con Di Lorenzo.

E la voglia, mischiata all’inesperienza,  si traduce in irruenza quando Mazzone interviene in modo scomposto su Cruciani a metà campo. Un fallo inutile che costa il rosso al giovanissimo centrocampista di Gioiosa Jonica e l’inferiorità numerica ad una Reggina già mutilata da assenze di vario genere.

Nessun cambio immediato per  Alberti che stringe ulteriormente le  linee passando dal 4-3-3 al 4-4-1.

Gli amaranto imbrigliano al meglio i campani che faticano a trovare varchi. E servono quarantuno minuti per vedere la prima conclusione che impegna severamente Kovacsik.  Nasce da un corner: dal limite calcia Bianco di prima intenzione e la palla, dopo esser passata in mezzo ad una selva di gambe, viene neutralizzata dal portiere ungherese, reattivo e abile a non farsi trovare impreparato.

Il gioco lento, compassato e prevedibile della Casertana fa il gioco degli amaranto che, nonostante l’inferiorità numerica, chiudono sorprendentemente la prima frazione in parità.

La ripresa non cambia la sostanza del match.   I campani continuano a giocare in maniera macchinosa, leziosa e poco efficace.  La Reggina rimane rintanata nella propria metà campo e quasi mai rischia di capitolare.

Gli unici scricchiolii si avvertono nel recupero della sfida, quando ad una squadra giovanissima è normale che tremino un po’ le gambe.  La fortuna, però aiuta gli amaranto.

A tempo scaduto Mancosu si presenta solo davanti a Kovacsik in area di rigore, il portiere respinge e sulla ribattuta ci prova Alvino che coglie la traversa interna con la sfera che sbatte sulla linea.

Il sospiro di sollievo si rinnova quando Murolo da posizione favorevole mette la palla fuori da pochi metri di testa.

E’ l’ultimo brivido.  La Reggina, almeno nello spirito, è tornata.

  • See more at: http://sport.strill.it/citta/pianeta-amaranto/2015/01/10/incredibile-reggina-imbottita-di-giovanissimi-e-in-dieci-ferma-la-casertana-0-0/#sthash.Roa4iqft.dpuf

di: Strill.it

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?