Calcio

Il derby tra Catanzaro e Vigor termina in parità

on

CATANZARO, 1° MARZO 2015 – Finisce 1-1 tra Catanzaro e Vigor Lamezia. Prima Razzitti e poi Montella per un pareggio tutto sommato giusto. Una gara che si è accesa soltanto a metà primo tempo, dopo la rete del vantaggio giallorosso. Unica pecca della giornata, un “Ceravolo” quasi vuoto.

Si gioca davanti a pochi intimi, appunto, il derby dei “Due Mari” tra Catanzaro e Vigor Lamezia. Uno strano silenzio determinato dalla decisione degli organi competenti di far assistere al match solo i tifosi abbonati, questo in virtù dei fatti accaduti nel giorno del derby contro il Cosenza. Vuoto, di conseguenza, anche il settore ospiti. Sono dunque poco più di 1.500 i tifosi che hanno assistito al match, neanche tutti gli abbonati che si contano in 1.760 unità. Secondo pareggio in assoluto tra Catanzaro e Vigor Lamezia al “Nicola Ceravolo”, poi sei successi del Catanzaro e due vittorie per i lametini. Una gara dai due volti, con il Catanzaro più spigliato nei primi quarantacinque minuti di gioco, che nel secondo tempo si chiude e consente alla Vigor Lamezia di prendere campo. Vediamo com’è andato il match con la nostra cronaca.

RAZZITTI CHIAMA – Inizio di gara sornione per entrambe le squadre. Non si segnalano infatti grosse occasioni, almeno fino alla metà del primo tempo. Corre infatti il 25’ quando Giandonato, dalla destra, scodella in area un calcio di punizione. Lo schema sembra ormai consolidato: palla che arriva a Ghosheh, sponda per Razzitti che di testa batte inesorabilmente Forte. La risposta dei lametini è affidata a Rapisarda, che al 29’ prova la sassata direttamente da calcio di punizione. Tiro impreciso e palla che termina fuori, alla destra della porta difesa da Bindi. Al 38’ il Catanzaro ha l’occasione per raddoppiare. È il solito Giandonato a seminare il caos nella difesa biancoverde. Calcio di punizione tesissimo quello del numero 4 giallorosso, la palla arriva quasi sulla linea di porta dove Giampà intercetta ma non riesce ad indirizzare il pallone verso la rete. Al 41’ è ancora Catanzaro: Mancuso prova l’azione solitaria prima di calciare verso la porta, ma il suo tiro viene bloccato ottimamente a terra da Forte. Il primo tempo termina con il Catanzaro meritatamente in vantaggio.

MONTELLA RISPONDE – La ripresa si apre con il Catanzaro in avanti. Passano pochi secondi e i giallorossi chiamano in causa Forte, il quale deve subito bloccare il tiro di Giandonato. Al 50’ Bindi deve fare il miracolo su un cross tagliato da parte di Battaglia. Al 57’ Erra si gioca la carta Del Sante, il quale entra al posto del giovane Held. Un minuto più tardi Improta prova a sorprendere Bindi da calcio di punizione, la palla sorvola non di molto la traversa. La spinta della Vigor Lamezia si concretizza al 69’ quando in mischia, dopo un corner, Montella anticipa tutti e batte Bindi. Meritato pareggio dei biancoverdi. Dopo il pareggio lametino, Sanderra getta nella mischia Russotto. A lasciargli il posto è l’autore del vantaggio giallorosso, Razzitti. All’82’ prova ad accendersi proprio il fantasista giallorosso. Il numero 15 del Catanzaro prova ad accentrarsi dalla sinistra e tenta un tiro a giro, Forte non si fa impensierire e blocca il pallone. Al 94’ è clamorosa l’occasione capitata sui piedi di Squillace, che a due passi dalla porta non riesce a concludere in rete. È l’ultimo sussulto di un derby terminato, come detto, con un giusto pareggio.

Giovanni Cristiano

Il tabellino della gara:

CATANZARO – VIGOR LAMEZIA 1-1
(Primo tempo 1-0)

MARCATORI: al 25’ Razzitti (C), al 69’ Montella (V).

CATANZARO (4-4-2): Bindi; Daffara, Rigione, Ghosheh, Squillace; Giampà, Giandonato (dal 69’ Mounard), Zappacosta, Mancuso (dall’88’ Ilari); Bernardo, Razzitti (dal 74’ Russotto). (Migani, Orchi, Calvarese, Sarr). All.: Sanderra.

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Forte; Spirito, Rapisarda, Gattari, Malerba; Papa, Battaglia, Scarsella; Montella (dal 90’ Kostadinovic), Held (dal 57’ Del Sante), Improta (dal 93’ Catalano). (Piacenti, Di Marco, Rossini, De Giorgi). All.: Erra.

ARBITRO: Edoardo Paolini di Ascoli Piceno (Assistenti: Lucia Abruzzese di Foggia e Antonio Quitadamo di Modena).

NOTE – Pomeriggio soleggiato, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 1.500 circa (tutti abbonati). AmmonitiSquillace e Zappacosta per il Catanzaro; Gattari e Montella per la Vigor Lamezia. Angoli 12-5 per la Vigor Lamezia.Recuperi p.t. 1′ e s.t. 4′. L’ingresso per assistere al match è stato consentito ai soli abbonati. Trasferta vietata ai supporters lametini.

Fonte: infoggi.it

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?