Calcio

Il derby è della Royal Team Lamezia!

on

(Gol primo tempo 3-1: 13’ Bagnato (L), 18’ Scicchitano (L), 20’ Bagnato (L), Merante (C). Secondo tempo: 22’ Marrazzo (L) ).

Prestazione da incorniciare per la Royal Team Lamezia che supera, più di quanto non dica il 4-1 finale, l’ex capolista Maracanà Catanzaro. In virtù di questi tre punti la squadra lametina nel contempo aggancia (a 24 punti) le catanzaresi  e le supera per migliore differenza reti. Per cui, con una gara alla fine della regular season, la Royal Team Lamezia prenota già l’accesso alle semifinali per i play off da prima in classifica.

In un PalaSparti che forniva un colpo d’occhio eccezionale con circa 800 spettatori, la Royal Team Lamezia ha disputato la partita perfetta, chiudendo già sul 3-1 il primo tempo. Un approccio determinato e feroce quello delle ragazze lametine, che dopo 20 minuti conducevano già 3-0. Merito a mister Tulino che si è sgolato fin dall’inizio per dare le giuste direttive alla sua squadra. E così dopo tre occasioni fallite nei primi cinque minuti da Bagnato (la migliore del match) due volte e Marrazzo, è sempre la Bagnato che sblocca il match al 13’. In progressione salta un’avversaria ed infila la Merante con un rasoterra. 1-0.

Catanzaro accusa il colpo e dopo cinque minuti subisce il raddoppio: Bagnato, sempre lei, imbecca Scicchitano, che con un delizioso esterno destro sorprende il portiere ospite. 2-0. A questo punto Catanzaro abbozza una reazione e in due minuti impegna il portiere Iellamo: prima Procopio tira di poco fuori; poi Mariagrazia Merante riceve l’ottima risposta di Iellamo in uscita. E si giunge al tris del Lamezia: la solita Bagnato aggira il portiere e realizza con un destro a giro. 3-0! E se non fosse per il portiere Merante Mariateresa il Lamezia potrebbe arrotondare ancora con Bagnato e Pota (che colpisce anche un palo). Al 27’ accorcia le distanze capitan Merante Mariagrazia, che trova il sette su punizione. Il primo tempo finisce 3-1.

Nella ripresa il clichè non cambia: a turno tutte le lametine (tra cui anche Leone, Sirianni, oltre a Pota, Marrazzo e Bagnato) vanno al tiro e vuoi per imprecisione, vuoi per bravura del portiere ospite il risultato cambia solo al 22’ con la brava Marrazzo, imbeccata da Bagnato per il 4-1 finale. In precedenza una traversa superiore colpita dall’ospite Bevacqua, cosiccome dalla Pota per il Lamezia ed un palo della compagna Sirianni.

Alla fine giusta esultanza per le lametine a cui il numeroso pubblico ha tributato il giusto applauso. Onore anche al Maracanà che però ha incontrato un Lamezia superiore in tutto.

Lamezia Terme, 21-03-2015                              Ufficio Stampa

Rinaldo Critelli

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?