Calcio

Il Cosenza calcio cade a Benevento

on

Il Benevento porta a casa gli ultimi tre punti dell’anno, secondo tempo da rivedere completamente per Brini e Cosenza che torna a casa a mani vuoti ma con la consapevolezza di poter impensierire anche le prime della classe. Vantaggio proprio del Cosenza al fischoi d’inizio con Magli, ristabilisce la parità Eusepi su calcio di rigore; Alfageme e Marotta danno l’illusione di chiudere la partita. Non è così, nel secondo tempo l’atteggiamento giallorosso lascia molte perplessità e la squadra diRoselli ha il merito di crederci, Tortolano riapre alla mezz’ora e gli ultimi 20 minuti sono a senso unico ma il gol del pari non arriva.

Primo tempo: ed è subito Cosenza, al 2′ su unlancio di Arrigoni da centrocampo Piscitelli esce a vuoto e paga subito l’incertezza, Magli anticipa tutti di testa eporta i calabresi in vantaggio. Cerca di rispondere la squadra di Brini, Marotta lancia in porta Alfageme cheda ottima posizione spara in curva sud. Al 15′ arriva il pari su calcio di rigore per un fallo di mano proprio dell’autore del primo gol, Magli: dal dischetto Eusepi non sbaglia. Prova a rispondere nuovamente il Cosenza, prima con Tortolano che ci prova dal limite sfiorando il palo, poi con Tortolano da posizione identicama tiro troppo alto. I giallorossi cercano di reagire trovando il gol del vantaggio, da un calcio d’angolo battuto da D’Agostino si allunga deviando la sfera verso la porta, Ravcaglia riescea smorzare la traiettoria ma Blondett nel tentativo di liberare accompagna la palla in rete. Il Benevento prova a chiuedere la partita, Marotta si inventa un numero da applausi, dal limite dell’area salta Tedeschi con un tunnel, si lancia verso Ravaglia che nulla può al potente destro sul primo palo.

Secondo tempo: il Cosenza prova e riprendere su partita, Tortolano si libera e da fuori calcia forte, Piscitelli si fa trovare pronto; cambio di fronte e azione identica per i giallorossi, è Campagnacci a provarci e Ravaglia a superarsi per evitare il gol. Tortolano cerca di dare la carica in tutti i modi ai suoi e al 74’trova il gran gol da trenta metri, tiro di collo pieno di destro che si stampa sulla parte bassa della traversa, rimbalza sulla linea ed entra in rete, gran gol per lui che riapre la partita a quindici minuti dalla fine. Roselli cerca di giocarsi il tutto per tutto con l’innesto di Cesca e Zanini, Brini risponde con Allegretti, Melara e Mazzeo. Cosenza completamente catapultato nell’area del Benevento, è Arrigoni a cercare il gol da 25 metri, il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali. Un minuto dalla fine, i rossoblù guadagnano una punizione dal limite dell’area, sulla sfera Corsi che fa letteramente la barba al palo facendo tremare tutto lo stadio. Cinque minuti di recupero e Benevento schiacciato nella propria area di rigore. Il Cosenza, che ci prova fino alla fine senza fortuna, torna a casa senza punti ma con qualche rammaricazione e la consapevolezza di aver giocato un gran secondo tempo.

Benevento-Cosenza 3-2

Benevento: Piscitelli, Celjak, Pezzi, Vitiello, Lucioni, Scognamiglio, Campagnacci, D’Agostino, Eusepi, Alfageme, Marotta. A disp.: Pane, Bassini, Frasciello, Allegretti, Melara, Kanoute e Mazzeo.Allenatore: Fabio Brini

Cosenza. Ravaglia, Blondett, Sperotto, Arrigoni, Tedeschi, Magli, Ciancio, Caccetta, Cori, Calderini, TortolanoA disp.: Saracco, Bertolucci, Zanini, Corsi, De Angelis, Criaco, Cesca.Allenatore: Giorgio Roselli.

Marcatori: 2’pt Magli (C), 15’pt Eusepi (B), 25’pt Alfageme (B), 41’pt Marotta (B), 29’st Tortolano (C)

Vincenzo Forgione

Fonte: IAMCALCIO.it

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l’ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?