Calcio

Catanzaro indenne a Benevento, Finisce 1-1 con goal di Scognamiglio

on

Buona anche la seconda! I ragazzi di Moriero, di fronte al forte Benevento, non sfigurano e portano a casa un prezioso pareggio. Il Benevento accreditato della vittoria finale del campionato si e’ spesso trovato in imbarazzo nel contenere il gioco d’attacco del Catanzaro.

Nel primo tempo parte meglio il Catanzaro ed ha subito un’occasione per passare con Daffara che tira forte da lontano ma Piscitelli sventa. Poi e’ il Benevento che si assesta meglio in campo, chiude le fasce laterali, e gioca nella meta’ campo calabrese facendo valere il fattore campo. Le Aquile controllano bene e non corrono particolari pericoli.

La svolta al 37′ quando Scognamiglio di testa insacca sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

La ripresa e’ favorevole al Catanzaro. I ragazzi di Moriero difendono alti e pressano i portatori di palla avversari, Vacca e’ il motorino del centrocampo e smista tantissimi palloni, Russotto al posto di Ilari aggiunge un pizzico di dinamismo alla manovra d’attacco. Il pareggio giunge casualmente ma non meraviglia. Pagano insacca da distanza ravvicinata dopo un’azione confusa in area, e’ il 57′ e la partita’ ritorna in parita’.

Inizia il valzer delle sostituzioni e c’e’ spazio anche per Martignago al posto dello stanco Barraco.

La partita scorre via senza particolari sussulti da ambo le parti. Le rispettive difese prevalgono e la partita finisce in parita’.

Questo pareggio conseguito contro il fortissimo Benevento fa ben sperare per il proseguio del campionato. Anche oggi le Aquile hanno mostrato degli ampi margini di miglioramento, ed anche oggi le assenze in campo erano importanti. Non sono mancati invece i tifosi che nonostante il turno di gioco in un giorno lavorativo, hanno voluto seguire la squadra con circa 150 unita’ presenti sugli spalti dello stadio Santa Colomba. Encomiabili!

Fonte: uscatanzaro.net

About Gennaro Rubino

Responsabile Web Cittasport.it.
Di professione Avvocato.
Allenatore i Istruttore Minibasket.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?