Sport

Bs Ecosistem: Parentela: “i meriti del gruppo”

on

La stagione 2015 della BS Ecosistem Futura Energia Catanzaro si è conclusa con un ottavo posto alle Fasi Finali di Serie A Beretta 2015. Un buon risultato ed un obiettivo ottenuto con il grande impegno e la voglia di crescere dell’intera società: sia i dirigenti che lo staff tecnico, uniti ai giocatori, hanno ricavato da questa stagione il massimo ottenibile con le proprie risorse. La stagione appena conclusa ha messo in evidenza l’importante caratura della rosa giallorossa, la dimensione di prima fascia della società catanzarese ed un progetto sportivo destinato a crescere nel breve periodo. In mezzo, ed intorno, alcuni imprevisti e ostacoli da superare, superati con le scelte giuste e la pazienza di chi vuol raggiungere il traguardo sperato. Mister Andrea Parentela tira le somme di una stagione vissuta prima in campo e poi, per la prima volta, anche in panchina:

Parentela obiettivo raggiunto. Una piazzamento meritato, ma si poteva fare di più?

“L’obiettivo minimo stagionale è stato raggiunto e mi complimento con tutti i miei giocatori. Abbiamo incontrato qualche difficoltà legata ad alcuni imprevisti e alle assenze: ci sono mancati Bafode, nella prima parte, e Maci e Gregoraci nel finale. La nostra rosa, strutturalmente, non era completa e se non avessimo dato tutto avremmo potuto anche fallire. Invece ci siamo riusciti, alle fasi finali ci siamo comportati bene e avremmo potuto raggiungere anche un meritato quinto posto. Con il Viareggio abbiamo lottato fino agli ultimi minuti, nonostante le assenze importanti, mentre con il Catanzaro e con il Lamezia abbiamo perso solo ai rigori. Con un pizzico di fortuna e bravura in più avremmo potuto ottenere un risultato migliore. Abbiamo giocato alla pari con tutti, escludendo la gara con il Catania.”

Un traguardo raggiunto anche per merito suo, subentrato a Vanzetto e vero trascinatore di questo gruppo. Credeva in questi ragazzi?

“Il risultato finale è figlio della forza di questi giovani, veri amici e validi giocatori. Siamo cresciuti, tutti insieme. Il gruppo ha mostrato ottima coesione e buona qualità. Penso che la società, con o senza Parentela, debba valorizzare quanto di buono fatto quest’anno da questi splendidi ragazzi, aggiungendo qualche elemento importante a questa rosa. ”

E Parentela come giudica il suo primo percorso da allenatore?

“Sono soddisfatto per questa mia prima esperienza da allenatore e rimango a disposizione della società, alla quale sono molto legato. Posso ricoprire sia il ruolo di giocatore e, immagazzinando esperienza, anche quello di allenatore. Mi gratifica il risultato ottenuto con il lavoro compiuto insieme a questo gruppo di giocatori e allo Staff tecnico: è stato un onore, per me, lavorare con un professionista eccellente come Domenico Garcea, un preparatore atletico di altissimo livello; ringrazio, inoltre, per l’impegno e la passione anche Pietro Longobardi, Arturo La Feltra e Filippo Forti, senza di loro sarebbe stato tutto più difficile. Infine, rivolgo un grazie alla società per avermi offerto la possibilità di curare anche il progetto BSC Academy 2015: i sorrisi divertiti dei più piccoli mi gratificano enormemente.”

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?