Calcio a 5

Royal Team Lamezia batte Martina

on

FUTSAL/ F./Apre De Sarro e chiude Linza con una doppietta

ROYAL TEAM-MARTINA 3-1. GRANDE PROVA DELLE LAMETINE
Linza: “La lezione di Rionero è servita”. De Sarro: “Dedica? A mio padre”

La Royal Team Lamezia riscatta la sconfitta di Rionero e con una grande prova, di carattere e cuore, centra una vittoria importante, non solo per la classifica quanto anche per il morale. La ‘lezione’ in Lucania non lascia scorie e la squadra di Ragona si presenta in campo vogliosa di riprendere subito la marcia vittoriosa. Ad inizio gara osservato un minuto di silenzio in ricordo del piccolo Mattia dell’Associazione Lucky Friends, oltre che per le vittime della shoah e per sensibilizzare la collettività sugli ultimi accadimenti negativi in relazione alle polemiche sulla morte di Anna Frank.

Nel primo tempo Losurdo&compagne subiscono la maggiore organizzazione e velocità del Martina, ma a fine primo tempo la promettente De Sarro, cosiccome a Cosenza, lascia il segno aprendo le marcature con un gol di rara bellezza ma ancor di più da navigato attaccante. Mancano due secondi al riposo, lancio al bacio di Fragola (ne servirà poi un altro a Linza per il 2-0) dalla propria area, il Martina già con la testa all’intervallo lascia solitaria De Sarro che di testa con un abile pallonetto scavalca il portiere Cordaro e fa esplodere il PalaSparti.
Ragona all’inizio schiera Ceravolo con Corrao, Mirafiore, Primavera e Losurdo. Per la prima parte del tempo è il Martina a rendersi minaccioso, lo fa con una condotta di gara giudiziosa ed ordinata e spesso in rapidità, al contrario della Royal che invece si produce in un gioco troppo prevedibile. E così è proprio il Martina a sfiorare il gol con Intini (tiro a lato), Volpicella (analoga conclusione) e Anaclerio (tiro alto da buona posizione). La prima risposta Royal arriva con Mirafiore, gran sinistro da fuori e Cordaro si accartoccia a terra con Primavera che era in agguato. Replica subito dopo Linza, ruba palla sull’out e tira di poco fuori. Ancora Valenzano per le ospiti, destro alto. Quindi la Royal prende il comando delle operazioni: doppia risposta con Linza e Mirafiore, tiri di poco fuori. Proteste Lamezia per un mani di Pugliese in area non ravvisato. Ed ancora doppia occasione con Linza prima, a lato e De Sarro, palo esterno. E’ il preludio al vantaggio Royal con l’azione descritta in apertura e De Sarro manda in visibilio i 700 spettatori presenti. 1-0 e squadre al riposo.

Nella ripresa Ragona opta per Ceravolo, Fragola, Corrao, Linza e Losurdo. Gara piacevole e botta e risposta tra le due squadre. Linza, Corrao e Ierardi per la Royal, Barile e due volte Pugliese per il Martina accendono il match. Botta e risposta anche su punizione: Anaclerio per le ospiti, fuori, e Losurdo, deviata da Cordaro. E si arriva al mortifero 1-2 di Linza: la pivot lametina prima appoggia in rete un gran lavoro dalla sinistra di Fragola; quindi ruba palla poco dopo, si invola e infila il tris. 3-0. Da qui in poi Fanizzi per le ospiti schiera il quinto ‘uomo’ (Anaclerio) e costringe la Royal sulla difensiva, anche perché gravata dal quinto fallo. E due volte subisce il tiro libero, il primo di Anaclerio, parato da super-Ceravolo; il secondo di Intini, palo esterno. Quindi a 1’47” dalla fine l’allontanamento di mister Ragona da parte dell’arbitro ed il gol poco dopo della bandiera di Martina con Volpicella e la gara si chiude.

INTERVISTE. Dunque grande risposta della Royal al termine di una settimana sofferta e tribolata, ovviamente soddisfazione a fine gara nelle protagoniste lametine. Tra queste la brava De Sarro, pochi ma significativi scampoli di gara con il merito di aver aperto le marcature. “Sono felicissima, per me è un sogno – dice entusiasta De Sarro -, brava Samanta a trovarmi con quel lancio, io senza guardare il portiere ho colpito di testa sentendo quasi la porta ed è andata bene. Dedico ilo gol a mio padre Giampiero”. Contenta anche bomber-Linza: “La lezione di Rionero ci è servita, cercheremo di non ripetere più quegli errori. Oggi volevamo riscattarci e ci siamo riuscite pur incontrando un avversario forte che sicuramente lotterà fino alla fine per il vertice. Dedico i due gol ai miei genitori che sono sempre presenti qui alle gare in casa”. Chiude l’altro bomber Losurdo, a secco quest’oggi ma sempre decisiva nell’economia di squadra: “Abbiamo sofferto un po’ nel primo tempo ma alla fine siamo riuscite ad andare in vantaggio, gestendo poi la ripresa diversamente. Rispetto a Rionero siamo state più concentrate, tra l’altro sul nostro campo ci troviamo meglio. Martina forte, ma la Royal è stata più brava: in settimana abbiamo lavorato tanto rispettando le consegne del mister”.

ROYAL: Ceravolo, Marrazzo, Leone, Fragola, Corrao, Primavera, Linza, Losurdo, Bagnato, De Sarro, Ierardi, Mirafiore. All. Ragona
MARTINA: Cordaro, Barile, Anaclerio, Volpicella, Valenzano, Ant. Intini, Angelini, Pugliese, Del Picco. All. Fanizzi
ARBITRI: Caruso di Messina e Leanza di Acireale. Crono: Di Benedetto di Lamezia Terme.
RETI: 1t 19’58” De Sarro; st 11’05” e 11’12” Linza, 18’32” Volpicella (M).
Note: spettatori 700 circa; ammonite Losurdo, Corrao, Leone, Linza, Valenzano.

Lamezia Terme, 29-10-2017 Ufficio Stampa Royal
Rinaldo Critelli

About Gennaro Rubino

Gennaro Rubino nasce a Lamezia Terme il 15.04.1976. Si laurea presso l’Università degli Studi di Catanzaro il 21/07/2004, con tesi di laurea in Diritto Sportivo. Dal 2008 esercita la professione di avvocato. Dal 2007, inoltre, è Agente Fifa. Ha collaborato con diversi portali sportivi (Basketnet.it, Tuttobasket.net) e dal 2003 scrive su Cittasport.it di cui è l'ideatore, cofondatore e responsabile web.

Recommended for you

Cosa ne pensi dell'articolo?

0
Connecting
Please wait...
Invia un Messaggio

Spiacenti, non siamo online. Ti preghiamo di lasciare un messaggio

* Nome e Cognome
* Email
* La tua richiesta
Accedi

Hai bisogno d'aiuto? Richiedi supporto online

* Nome
Email
Siamo Online!
Feedback

Aiutaci a migliorare. Lasciaci un consiglio

Come giudichi il nostro servizio?